Lo strano “Caso Lasagna” fa discutere e divide la città

0
10800
Giovanni Lasagna l'eccentrico artista - pasticcere

 

“Un trans chiamato desiderio” – direbbero i maligni per commentare (ripetiamo, malignamente) lo strano atteggiamento assunto dal noto pasticcere, nonché famoso scultore del cioccolato, Giovanni Lasagna.  Tuttavia, come lo stesso interessato specifica, non si tratterebbe affatto di un desiderio di cambiare sesso, ma di qualcosa di singolare, di originale. Forse un coraggioso quanto audace gioco di marketing.

“Non sono diventato transessuale – chiarisce -. Tuttalpiù possono accusarmi di essere un eccentrico dal temperamento artistico. Ma le cattiverie non le accetto”-.

Giovanni Lasagna è diventato, non proprio suo malgrado, il personaggio del giorno a Novi, dove si vivono, appunto ogni giorno, i tipici pettegolezzi di provincia. Qui, di sicuro, non capita spesso vedere un drastico cambiamento di pelle in uno stimato professionista. Per giunta si parla di un noto imprenditore della pasticceria, di solida tradizione familiare, famoso peraltro per le sue sculture di cioccolato, degne di un museo del dolce.Ricordiamo la  Torre di Novi, la Fiat 500, la bicicletta di Coppi, la Venere che esce dalla tazza di cioccolato, le vignette dei politici locali plasmati sempre col cioccolato e tantissime altre creazioni che i novesi e non solo hanno ammirato, specialmente durante la rassegna Dolci terre di Novi.

L’austero grembiule e il cappello da chef – pasticcere, da mesi hanno ceduto il passo a una chioma biondissima (quasi degna di Wanda Osiris), ad una ricercatissima variopinta mise rigorosamente firmata, tacchi alti, “nasino” rifatto e ostentazione di atteggiamenti “raffinati”. “Ma cosa è accaduto a Giovanni Lasagna? – si chiedono in moltissimi in città. “La risposta è prima di tutto medica – spiega l’interessato che tiene a chiarire questa posizione-. Tempo fa sono stato colpito da una patologia ormonale che, in pratica, mi ha fatto crescere il seno. Capita. mi ha detto il dottore, anche perché ogni uomo possiede circa il 25% di ormoni femminili. Pur sottoponendomi alle cure del caso, il seno si vedeva e si nota ancora, tanto da diventare oggetto di ironie. Ci sono passato su con disinvoltura. Gli amici conoscono la mia innata natura goliardica e allora ho deciso di accentuare questa vaga estetica femminile, vestendomi in maniera molto singolare, tanto da farmi scambiare, per gioco, in un trans. L’unica operazione a cui mi sono sottoposto è stata al naso, semplicemente perché un anno fa caddi dalla bicicletta durante una corsa”-.

Una delle immagini diffuse sul web

Però, ci pare di capire che Giovanni Lasagna insista da troppo tempo con questo look alquanto equivoco. “Ma certo – conferma – ormai mi sono calato in questa situazione da burlesque. Dà un po’ fastidio essere osservato come una bestia rara al di fuori della vetrina del negozio, ogni giorno, ma c’è chi si diverte così. La voce che mi vorrebbe un trans ha fatto il giro della provincia e tengo a smentirla. Non mi piace però la maleducazione di anonimi che stanno diffondendo su internet in questi giorni mie foto, in parte prese dalla mia pagina Facebook, in parte involgarite con l’aggiunta di oggetti”-.

Una delle ostentazioni “goliardiche” del pasticcere

“Episodi accaduti? Mentre mi trovavo al mare insieme ad amici, passeggiavo su un lungomare ligure, diciamo, ondeggiando. Mi si avvicina un’anziana signora, mi prende per un braccio e mi porge i complimenti per il mio percorso. -Ma quale percorso? – le ho risposto -. Io conosco solo i percorsi in bicicletta -. Poi, al bar, un giorno sono entrati due transessuali. Di quelli veri. Uno si appoggia al bancone e mi fa gli occhi languidi. Confesso che in quel momento forse ho provato un po’ d’imbarazzo. La cosa ovviamente è finita lì”-.

Solo un gioco? Intanto, in provincia, lo strano “caso Lasagna” fa discutere. E tanto.