Natale a teatro con Don Chisciotte

Sabato 21 dicembre al Teatro della Juta di Arquata

0
325

Con “Don Chisciotte amore mio”,  rivisitazione del grande classico di Cervantes , il Teatro della Juta festeggia il Natale, insieme al  suo pubblico.

Sul palxo Angelo Tronca, Francesco Gargiulo e Barbara Mazzi,  proiettano i tre protagonisti :Don Chisciotte, Sancho Panza e Dulcinea nella nostra modernità, fatta di cinismo e individualismo. Ma Don Chisciotte è un altro uomo. Un uomo che diventa immediatamente eroe a causa della sua condizione. È uno spettacolo agile e brillante, nato per lanciare un sasso nello stagno, per convincere gli altri che il sogno di Don Chisciotte poteva essere il tentativo di tutti, per illuderci con lui di essere eroi.

Lo spettacolo trova perfetta collocazione nella stagione “Superhuman”, come spiega  Angelo Tronca, autore e regista dell’adattamento: «ad essere Superman sono tutti bravi: con la forza di mille uomini, i raggi laser dagli occhi e la capacità di saper volare, praticamente tutti possono diventare degli eroi.  Tutt’altra vita si consuma mostrandosi fragili alle intemperie, senz’altro scudo se non la propria volontà; questo è il vero atto eroico»

Don Chisciotte dimostra che c’è solo una cosa peggiore di un fallimento: non averci nemmeno provato. Il tentativo è già una vittoria, un segno di vitalità, una risposta al bisogno e all’insoddisfazione. La passione trasforma, poi, ogni tentativo in una riuscita.

Sancho Panza ci insegna che da soli non si va da nessuna parte, mentre in due si va dappertutto anche restando apparentemente fermi. La coppia di antieroi per eccellenza offre lo spunto per un gioco teatrale che con ironia e intelligenza cita il modello di Cervantes prendendosi la libertà di distaccarsene e poi tornarci con riferimenti più o meno diretti.

Per info e prenotazioni: 345.060.4219 o [email protected]