Si sarebbe dovuta tenere sabato 25 marzo la bella iniziativa organizzata dall’Ente Gestione delle Aree protette dell’Appennino Piemontese volta a ripulire il letto del torrente Neirone di Gavi, situato all’interno dell’omonima riserva, ma le previsioni promettono pioggia copiosa nel fine settimana, perciò si è optato per un posticipo dell’evento a sabato primo aprile.

Parco Pulito”, questo il nome della manifestazione che ha raggiunto ormai il 28° anniversario e che coinvolge numerosi volontari che armati di sacchi, bastoni e tanto olio di gomito, scendono nei pressi del celebre torrente per ripulirlo da detriti, plastica, rifiuti domestici, perfino mobili, rottami e molti altri oggetti che rappresentano un pericolo per il fiume, ma soprattutto per chi vive intorno ad esso. Infatti con le piogge i torrenti si ingrossano, trasportano i detriti finché questi non si accumulano magari in una strettoia. Da qui le acque si alzano e possono straripare creando i danni che ben conosciamo.

La giornata succede alla prima uscita avvenuta lo scorso ottobre, e punta a ripulire non solo il fiume, ma anche l’ambiente circostante per farlo diventare un luogo utile a progetti didattio – educativi aperto alle scuole.