Punto di svolta, forse per i lavoratori dell’Outlet di Serravalle. Le sigle sindacali infatti hanno riferito in modo positivo la fine della prima fase di confronto con la McArthur Glen, proprietaria del centro commerciale serravallese, dopo un lungo periodo di tensioni e scioperi. Decisivo sembra essere stato l’intervento del Prefetto Romilda Tafuri, che ha incoraggiato gli incontri tra Cgil, Cisl e Uil e la direzione del centro.

Tanti i temi al centro del confronto con in primo piano le aperture nei giorni festivi, gli orari, il rispetto dei contratti nazionali, ma anche le aree parcheggio riservate, le pause e i buoni pasto e, non ultimo, le cessazioni di attività. In questi incontri si è parlato anche della possibilità di aprire una scuola dell’infanzia dedicata ai lavoratori del centro dell’area commerciale.

Si può tranquillamente dire che si tratti di una fase iniziale della contrattazione, visto che si è trattato di quelle che si possono definire “tematiche di contorno”. Infatti sindacati e centro hanno discusso delle aree di parcheggio, che potrebbero essere realizzate ad hoc per i lavoratori del centro, oltre ad implementare il servizio di car sharing e navetta. Secondo quanto emerso dagli incontri poi, anche ristoranti e bar dell’outlet potrebbero riservare uno spazio ai dipendenti, proponendo loro anche tariffe agevolate. Inoltre si è discusso della sicurezza degli stessi lavoratori, specie al momento del versamento degli incassi, dato che si trovano a portare con sé, quantità di denaro ingenti.

Infine l’ultimo punto riguarda le stesse relazioni fra sindacato e centro. Le due parti infatti hanno concordato tre incontri annuali per affrontare le problematiche del centro che ha messo a disposizione degli organi sindacali un ufficio riservato per due mezze giornate al mese, impegnandosi anche a realizzare un locale idoneo qualora siano acquisiti nuovi spazi.

Un passo in avanti quindi, sebbene restino aperte le questioni più spinose, ovvero tutto ciò che riguarda le aperture nei festivi che sarà al centro dei prossimi incontri. Naturalmente i lavoratori restano con il fiato sospeso proprio su questa tematica dato che è stata il fulcro di scioperi e contestazioni degli ultimi mesi. A tal proposito McArthur Glen ha lanciato un ramoscello d’ulivo ai sindacati, annunciando l’apertura ridotta per il 26 dicembre, dalle 14 alle 20.