Sono 44 i ricoverati oggi all’Ospedale di Tortona. Una persona deceduta.

Nominato un commissario per la gestione dell' ospedale di Tortona durante la crisi.

0
2022
ospedale di Tortona

Ad oggi risultano 44 le persone ricoverata presso l’Ospedale di Tortona, di cui 43 positive al test per il COVID-19 “Coronavirus” e 1 in attesa dell’esito del tampone. La notizia arriva con un comunicato stampa del Comune di Tortona, che spiega:

“Questa mattina è stato registrato il decesso di una persona di 88 anni, residente a Casale Monferrato, positiva al COVID-19.

Oggi è stato intanto nominato ufficialmente dall’Unità di crisi della Regione Piemonte, un commissario ad acta per la gestione dell’ ospedale di Tortona durante la crisi: si tratta del dottor Giuseppe Guerra, direttore sanitario presso l’Asl Cn1 e responsabile della struttura ospedaliera di Savigliano. A lui gli auguri di buon lavoro da parte dell’Amministrazione Comunale.

In questi giorni sono circolate numerose “voci” sulla situazione presso la casa di riposo “Mater Dei”, per cui è necessario fare chiarezza: sette ospiti della struttura, attualmente ospedalizzati, sono risultati positivi al Covid-19, tre persone sono purtroppo decedute nei giorni scorsi presso gli ospedali della zona dove erano ricoverati.

All’interno della struttura, attualmente, vi sono dieci casi “sospetti” che sono stati posti in isolamento per motivi precauzionali e costantemente monitorati dai medici e dal personale con la necessaria attenzione. Per questo motivo, sempre a scopo cautelativo, il “Mater Dei” è stato chiuso al pubblico e nella giornata di oggi sono iniziate le operazioni di sanificazione che si concluderanno nei prossimi giorni. L’Unità di crisi della Regione ed il Servizio di Igiene e di Salute Pubblica dell’ASL AL sono sempre stati aggiornati in tempo reale e stanno tenendo sotto osservazione l’evolversi della situazione.

Infine, durante la riunione tenutasi nel pomeriggio presso la Prefettura di Alessandria sono stati illustrati alcuni punti del Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri dell’8 marzo scorso: in particolare è stato chiarito che è possibile recarsi, all’interno del proprio Comune di residenza, a fare acquisti nei negozi che vendono beni non strettamente di prima necessità, motivo per cui questa tipologia di esercizi può rimanere aperta”.

Per quanto riguarda i locali di somministrazione di cibo e bevande, fermo restando il limite orario all’apertura dalle ore 6 alle 18, è consentita la consegna a domicilio, mentre è vietato, sempre al di fuori dell’orario d’apertura, l’asporto, allo scopo di evitare assembramento di persone.

Desidero rivolgere un ringraziamento particolare a nome dei Tortonesi – ha dichiarato il Sindaco Federico Chiodi – nei confronti di volontari e collaboratori di Croce Rossa e Misericordia di Tortona, per il lavoro che stanno svolgendo a favore della nostra comunità in questi giorni difficili. Ritengo doveroso fargli sapere quanto il loro impegno e il loro sacrificio siano apprezzati: abbiamo davanti ancora settimane complicate, ma è anche grazie a loro che siamo certi di poter affrontare e superare questa crisi”.