Cociv, il consorzio che si occupa della realizzazione del Terzo Valico, ha annunciato di avere sottoscritto un contratto di affidamento per l’attuazione del Piano di Monitoraggio Ambientale dell’opera con Edf-Fenice, facente parte del gruppo Edison.

La società verrà affiancata ad Arpa e Arpal (per quanto riguarda il lato ligure) che si sono occupate fino ad oggi del suddetto rilevamento. Un passo in più quindi da parte del Cociv verso l’applicazione delle norme sulla sicurezza legata all’amiano, ma non solo, norme che a lungo erano state al centro del dibattito con il consorzio che per lungo tempo aveva mantenuto il classico “silenzio” tipico della comunicazione Cociv.

“Con la scelta di EDF-Fenice Cociv conferma la propria politica ambientale  – scrivono dal consorzio – prediligendo un soggetto autorevole e di chiara esperienza per l’attuazione del monitoraggio ambientale  venendo incontro anche agli indirizzi del Governo, che con la delibera CIPE  67/2016 ha inteso rafforzare l’Osservatorio Ambientale, soggetto che segue l’impatto dei lavori, esaminando i dati derivanti dal monitoraggio ambientale con gli Enti preposti al controllo e i rappresentanti del territorio.”