Il casello A7 di Tortona bloccato per ore dagli operai del gruppo Gavio

    Diverse centinaia di manifestanti hanno protestato contro il governo che ha bocciato l'emendamento al codice degli appalti: a rischio i posti di lavoro

    0
    1872

    E’ iniziata puntuale alle 14 la manifestazione partita dal Centro commerciale Conforama, che vede circa diverse centinaia di lavoratori del gruppo Gavio protestare  contro i probabili licenziamenti a cui andranno incontro nel caso in cui venga approvato il nuovo Codice degli appalti che prevede l’assegnazione, tramite gara, dell’80% dei lavori autostradali da parte dei concessionari.  Lunedì scorso i parlamentari Daniele Borioli e Stefano Esposito, hanno presentato un emendamento, grazie al quale solo il 60% dei lavori sarebbe finito a gara, salvando così, secondo i sindacati, i posti di lavoro nelle aziende.

    I lavoratori, con bandiere delle sigle sindacali e striscioni, lanciando slogan contro il Governo, hanno percorso la strada provinciale 211, fino all’ingresso dell’autostrada, con lo scopo di boccare i caselli d’ingresso per Genova e Milano. Per ragioni di sicurezza il gestore dell’A7  ha chiuso anche il casello d’ uscita dove si è già formata una coda di camion.

    I camionisti non sembrano però arrabbiati, anzi, indirizzano  frasi di incitamento ai manifestanti: “ Fate bene”… “il lavoro è troppo importante” ed altre affermazioni simili.

    Presenti  il sindaco Bardone e il vice Marcella Graziano. oggi altre manifestazioni a Torino e Mondovì.

    Sul posto anche le Forze dell’ordine in assetto antisommossa.

    Ecco le immagini: