Se il Castellazzo vincerà il campionato (tifosi biancoverdi pronti con gli scongiuri), sarà anche grazie al Savigliano, squadra che difficilmente potrebbe accedere ai playoff, ma in grado di bloccare il Saluzzo secondo in classifica sullo 0-0. Un grande favore alla capolista che rimane a distanza di sicurezza, +5 punti sui granata che a tre turni dalla fine possono sperare, ma devono anche guardarsi le spalle, perché la coppia Tortona – Fossano è pronta a -1 dai cuneesi.

E delle tre squadre in lotta (almeno) per il secondo posto, in questo momento probabilmente i tortonesi sono quelli più in palla. Primo perché hanno dimostrato di avere carattere da vendere rialzando subito la testa dopo il ko proprio col Fossano di sette giorni fa, in secondo luogo perché il Saluzzo ora trema ed è atteso da tre incontri in cui, tolto il primo contro il relativamente tranquillo Benarzole, se la vedrà con Olmo e Albese, squadre in piena lotta salvezza.

Scontri diretti per il Tortona invece che dovrà volare sull’onda dell’entusiasmo post vittoria nel derby contro una buona Valenzana Mado che non riesce a strappare punti salvezza ad una compagine quella bianconera che mostra di saper soffrire e vincere di misura grazie a una rete di bomber Farina su pregevole assist di Mazzocca. Entusiasmo raddoppiato in casa dei leoncelli che si garantiscono i playoff  con l’aiuto della Bonbonasca che manda ko il Rivoli.

La corsa per il secondo posto è quindi apertissima, ma tutto sta nei piedi e nella testa di bianconeri. Per la Valenzana invece ci sono ancora punti a disposizione, 6 in totale prima di lasciare la categoria.  Fondamentale il match post – pasquale con lo scontro da dentro o fuori contro il Cavour prima di andare ad affrontare il Castellazzo, il quale magari, già appagato dalla possibile vittoria matematica del campionato, potrebbe “distrarsi” e lasciare qualcosa a i co – provinciali.

Chi invece può guardare con fiducia ai prossimi impegni e la Bonbonasca, non tanto per la classifica, che vede i gialloblù fuori dalla lotta salvezza, ma ancora non tranquilli, semmai i ragazzi possono dirsi sereni nelle proprie qualità e possibilità che sono uscite tutte nella grandissima prestazione di Rivoli. I gialloblù vincono e convincono, segnando 5 reti e subendone 4, con una partita davvero scoppiettante.

Il tutto è condito da un’aria epica, visto che i torinesi vanno sul doppio vantaggio con due reti in due minuti fra il 26° e il 28° con una doppietta di Cravetto. Gli ospiti, però reagiscono e al 30° accorciano con Massaro. Al 42° poi arriva il pareggio di bomber Lewandowski.

Nella ripresa la Bonbonasca riprende da dove aveva lasciato e in apertura Ugali sigla il gol del sorpasso. Da qui i gialloblù volano e 72° arriva il gol della sicurezza ancora con Ugali che gira in porta un preciso assist di Massaro. Tutto chiuso? Macché perché il Rivoli ha un impeto d’orgoglio e Drago accorcia le distanze. Poi l’occasionissima del pareggio con un calcio di rigore che si incarica di battere Pantaleo, ma Ferraroni vola e para. Alessandrini che una volta superato il pericolo decidono di chiudere i conti e Lewandoski pesca il jolly con un tiro meraviglioso che supera il portiere locale. Sarà ancora Cravetto a segnare il 4-5 che giunge nei secondi finali della gara. Troppo tardi, Bonbonasca che vince e fa festa, la salvezza è più vicina.