Il Basket Club Serravalle cade in casa contro la capolista Reba Basket, al termine di una partita agonica e tiratissima, finita ai tempi supplementari e decisa da due soli punti.

In una partita giocata punto a punto non bastano i fatidici 40 minuti per decretare un vincitore e serve un overtime per sancire la vittoria dei biancoverdi di Torino che confermano la leardership in classifica ampliando il margine a 6 punti nei confronti di Serravalle e, considerando il 2-0 nei confronti diretti i torinesi mettono una seria ipoteca al primo posto o almeno ad uno dei primi due, cosa che permette di giocare l’eventuale bella play-off in casa.

La partita a ben vedere ha tutti i canoni di un vero anticipo di sfida play-off; niente a che vedere con il match del girone di andata quando i torinesi avevano letteralmente asfaltato i lupi. Seppur con due assenze importanti, una per parte, rispetto ai roster di inizio stagione: Savoldelli per gli ospiti in panchina solo per onore di firma e Taverna per i Lupi le due formazioni in campo si confrontano ad armi pari con quintetti fisici che amano anche correre il campo.

L’inizio del match pare a favore dei padroni di casa che salgono fino al 11-5 con ancora diversi minuti da giocare nel primo quarto prima di cadere in un black out che consente agli ospiti di piazzare un parziale di 8-0 chiudendo in vantaggio il primo quarto sul 13-11 con due liberi tirati a sirena già suonata per un banale fallo di Camera.

Nel secondo parziale sono le difese a fare meglio degli attacchi e si segna poco da ambo le parti tanto che all’intervallo lungo gli ospiti sono avanti di due lunghezze ma il punteggio pare quello di un finale di primo quarto 25-27.

Al rientro in campo sono i Lupi a mostrare le cose migliori con Banin, MVP del match, che comincia a produrre fatturato in attacco mentendo elevato il ritmo in difesa e la qualità nella regia per dirigere la truppa rossoblu. Ma i distacchi tra le due formazioni restano minimi e così ad inizio dell’ultima frazione di gioco regolare i padroni di casa sono si avanti ma di solo una lunghezza 40-39.

Nelle prime battute del quarto periodo i Lupi mettono la freccia e con Bonadeo, Marotto e Parodi in attacco e Banin e Cornaglia in difesa. I rossoblù scavano un solco nella partita arrivando un baleno alla doppia cifra di vantaggio sul 47-39, ma si fanno prendere dalla foga e permettono troppo facilmente e velocemente agli ospiti di riportarsi in partita sul 49-47.

Nessuno riesce più a prendere un margine significativo anche se a meno di 100 secondi dalla fine i padroni di casa sono sul +4 con due possessi di vantaggio (56-52) e palla in mano grazie al recupero di Banin.

Cornaglia non realizza un tiro dalla media e sul prezioso rimbalzo in attacco palla persa di Mozzi. Serravalle perde così una ghiotta occasione di far sua la gara anche perché sul capovolgimento di fronte, malgrado Serravalle difenda bene ad inizio azione i locali lasciano un tiro da oltre l’arco al temibile Tuninetto che insacca riportando i suoi sul -1.

Fallo su Banin per fermare il cronometro con il play rossoblù che è preciso dalla linea della carità e riporta i suoi sul +3 quando siamo proprio agli sgoccioli. Torino torna in attacco e Serravalle spende troppo presto il fallo che consegna due liberi, trasformati, agli ospiti e siamo di nuovo con i lupi sul +1.

Di nuovo fallo immediato su Banin che, questa volta, realizza un solo libero portando il risultato sul 59-57 ancora Reba con Roncarolo, bravo  a trovare il compagno libero sotto canestro per il 59 pari a 9 secondi dalla fine. 

Time-out per la panchina dei wolves per disegnare lo schema dell’ultimo tiro con la rimessa nella meta campo di Torino. Ma l’azione rossoblù non produce un buon tiro e lascia qualche secondo per l’attacco di Reba con Barraz che a metà campo viene fermato da Poggi; per la terna in modo falloso, anche se ci sarebbe da discuetere molto sull’episodio.

Danno e beffa sembra essere per i lupi che assistono all’esterno torinese in lunetta con due liberi con cronometro praticamente a zero. Il pubblico si fa sentire e Barraz sbaglia entrambi i liberi: eè supplementare.

Tensione che si taglia con un coltello con entrambe le formazioni che vogliono uscire con la vittoria in pugno; si procede punto a punto con Serravalle che segna dalla lunetta grazie a Cornaglia mentre Torino è più lucida e costruisce bene le azioni in attacco. Ulteriore tegola sul morale dei lupi il quinto fallo di Poggi prima e Mozzi dopo.

Si decide tutto negli ultimi possessi.

Banin sul 66 pari subisce l’ennesimo fallo e va in lunetta realizzando uno solo dei liberi mentre sul capovolgimento di fronte Torino trova due punti da sotto oltre al fallo fischato a Banin che porta il gioco da tre punti che permette a Torino di avere un possesso di vantaggio.

Si ripete la situazione vista sul finale del quarto periodo con Serravalle che rimette nella metà campo in attacco con meno di 10 secondi da giocare per cercare due punti per un altro supplementare o i tre della vittoria; Banin, ancora lui, a gestire il possesso decisivo ma il tiro del play di Voghera viene intercettato dalla difesa torinese che festeggia così una sudata e importante vittoria. 67-69.

La regular season dei serravallesi non si può dire che sia terminata, ma col primo posto che pare lontano ormai, i lupi di Edo Gatti dovranno cercare di rosicchiare punti ad Alessandria, seconda della classe e difendere il terzo, in vista dei playoff in cui si ricomincerà tutto da zero e magari arriverà la rivincità rossoblù per una partita che poteva davvero avere un epilogo diverso.

Serravalle Scrivia: Chiappino, Parodi 3. Sala ne, Magrassi ne, Camera, Bonadeo 3, Banin 21, Scotto, Cornaglia 11, Marotto 11, Poggi 12, Mozzi 5. All. Gatti

Reba Torino: Savoldelli ne, Aresu 8, Fornuto 4, Cirla 10, Tuninetto 17, Selmi 2, Roncarolo 13, Barraz 3, Ferrero Regis 12, Garavelli ne. Marra ne, Maffucci ne. All. Iannetti