Si potrebbe quasi definire un “bagarino 2.0” se non fosse che questi utimi, quanto meno, sebbene a caro prezzo e in modo fraudolento, in cambio di denaro consegnano i biglietti per gli eventi sportivi, concerti e spettacoli. Invece il novese di 27 anni arrestato nei giorni scorsi dai militari dell’Arma non lo faceva perpetrando una truffa che questi aveva orchestrato ai danni degli utenti di internet ai quali vendeva ipotetici biglietti di concerti (fra questi Eminem e Negramaro).

Peccato che una volta ricevuto il pagamento sulla propria Postepay, scompariva senza consegnare i tagliandi per gli eventi. Il giovane non si era fermato neanche quando i Tribunale di Torino lo scorso marzo, gli aveva imposto l’obbligo di dimora e l’obbligo di firma nella caserma dei Carabinieri di Novi continuando così a truffare persone non solo nell’alessandrino, ma in tutta Italia. 

Facilmente scoperto per la seconda volta, anche grazie alla pioggia di denunce pervenuta agli agenti, è stato arrestato e portato nel carcere di Alessandria da dove non potrà più delinquere. Per lui ora l’accusa è di truffa on line reiterata.