Beethoven, Liszt e Chopin con Simone Ivaldi a Grondona.

Nuovo spettacolo delle Settimane Musicali Internazionali: il pianista suona stasera nella chiesa dell'Assunta

0
830

Tappa in Valle Spinti del festival delle Settimane Musicali Internazionali. La chiesa dell’Assunta di Grondona ospita stasera, alle 21, il giovane pianista Simone Ivaldi. Classe 1994, studia pianoforte dall’età di 8 per poi proseguire in conservatorio con i maestri Stellini, Lopez, Saghin e infine con Stefano Mancuso con il quale ha conseguito la Laurea di primo livello con il massimo dei voti e la lode. Ha partecipato a concorsi nazionali e internazionali e ha fatto parte dell’Orchestra giovanile della Sardegna con la quale ha anche esordito come direttore nel Teatro Verdi di Sassari. Attualmente sta continuando i suoi studi nel Conservatorio di Torino e nell’Accademia di Pinerolo.

Ivaldi ha al suo attivo, come ricordano gli organizzatori, diversi recital pianistici, il primo già all’età di quindici anni, eseguiti sia in Italia che all’estero tra cui in Argentina, in Patagonia, in Uruguay e negli Stati Uniti, a Lancaster. Attualmente sta continuando i suoi studi presso il Conservatorio di Torino e presso l’Accademia di Pinerolo. Nel programma del concerto le danze e le sonate di Beethoven, Liszt e Chopin. Ivaldi, Il Festival Settimane Musicali Internazionali è organizzato dall’associazione Musica & Cultura Pentagramma in collaborazione con l’Associazione Oltregiogo. L’incasso sarà devoluto alla Lega italiana per la lotto ai tumori di Novi Ligure. L’ingresso è a offerta.