Nuova rotonda a Libarna: nessuno sa fino a quando resteranno accesi i semafori.

Code lunghissime a causa del cantiere all'incrocio con Gavi e Arquata Scrivia: il Cociv non risponde sui tempi dei lavori. L'intervento legato al Terzo valico doveva essere concluso a Natale.

0
1075

Non si sa quanto dureranno i lavori della rotonda in costruzione all’incrocio tra la strada 35 dei Giovi e la 161 della Crenna, a Libarna, nel territorio di Serravalle Scrivia, intervento di cui si occupa il Cociv nell’ambito del Terzo valico. Con l’installazione dei semafori da giorni si stanno creando code lunghissime, specie verso l’abitato serravallese e da Arquata Scrivia, essendo l’incrocio uno dei più frequentati della zona. La Provincia fa sapere di avere autorizzato, come sempre avviene in questi casi, l’installazione dei semafori “fino al termine dei lavori”, mentre il Cociv, al quale erano stati chiesti per l’appunto chiarimenti sui tempi del cantiere, non rilascia dichiarazioni sui tempi dell’intervento. L’inizio dei lavori all’incrocio in questione è stato uno dei più travagliati fra tutti gli interventi viabilistici legati al Terzo valico, sia per la lunga opposizione dei proprietari dei terreni e dei giardini limitrofi da espropriare (che fino a pochi mesi fa non avevano ancora visto un euro riferito all’esproprio) sia, come è accaduto altrove, per l’organizzazione di presidi organizzati dai no Terzo valico.

Serravalle Scrivia: il blocco contro l’esproprio della proprietà di Jole Perassolo, nel luglio del 2012

Chiusa la partita in questione, il Cociv ha avviato le procedure per assegnare i lavori ma le cose sono andate molto per le lunghe, sia per Rfi, che ha richiesto la costruzione di un muro verso la ferrovia parallela alla provinciale 35, sia per le note vicende legali che un anno e mezzo fa hanno portato alla decapitazione dei vertici del consorzio per corruzione nell’assegnazione degli appalti. La rotonda avrebbe dovuto essere pronta a Natale ma così non è stato. Chi abita nella zona evidenzia come siano state molteplici le interruzioni nei lavori. “E’ vero – dice Paolo Platania, dirigente del settore Viabilità della Provincia-. La rotonda doveva essere conclusa ormai da mesi: il ritardo è dovuto alle note vicende legali che hanno interessato il Cociv”. Le problematiche causate dai semafori al traffico sono già state segnalate alla Provincia dal Comune di Serravalle Scrivia: il comandante della polizia municipale, Ezio Bassani, parla di “situazione non sostenibile”. Platania spiega: “Abbiamo già richiesto al Cociv di calibrare i tempi dei semafori”. Il dirigente provinciale ricorda che, una volta terminata la rotonda, comincerà lo scavo della galleria della Crenna, tunnel da ampliare sempre a favore dei camion del Terzo valico. Tempi ancora incerti invece per l’apertura del ponte sul Lemme a Gavi: devono ancora essere terminati tutti i collaudi delle opere realizzate lungo tutta la strada provinciale 160 dal Cociv.