Primo decesso per Coronavirus all’ospedale San Giacomo

Il sindaco Cabella esprime le condoglianze alla famiglia

0
1756

Anche nell’Ospedale di Novi Ligure c’è stata la prima vittima del Coronavirus. E’ un pensionato di 75 anni ricoverato in terapia intensiva. A comunicarlo ufficialmente il sindaco Gian Paolo Cabella che con un comunicato  esprime ai famigliari le sue condoglianze e quelle dell’amministrazione tutta.

“In questa bolla emergenziale,  – scrive Cabella – con tante notizie che corrono veloci sul filo dei cellulari, non è facile coordinarsi e prendere decisioni giuste. E questo vale per tutti coloro che in questo momento esercitano poteri ed hanno quindi responsabilità di ogni tipo. Ieri pomeriggio, sono stato convocato urgentemente (ed opportunamente) presso l’Ospedale per essere ragguagliato sul diffondersi del contagio nel nostro territorio e sulla situazione all’interno del nosocomio cittadino e, in quell’occasione, l’autorità coordinatrice della crisi per la Regione Piemonte mi ha raccomandato, visto l’improvviso aggravarsi della situazione, di sospendere almeno nella giornata di oggi ogni evento/manifestazione, tra cui il mercato comunale.

Il sindaco Cabella

Mi è sembrato un suggerimento intelligente, se (come in effetti è) la nostra salute è il bene superiore da tutelare. È stata una risoluzione assunta nell’urgenza, presa con la consapevolezza di ledere altri interessi (che, pur legittimi, ho considerato secondari di fronte a quello della salute) e – continuo a ritenere – non in contrasto, alla luce dei fatti angosciosi che si sono repentinamente succeduti, con la regola generale, che peraltro condivido nella maniera più assoluta, per cui la disposizione delle misure necessarie ad affrontare l’emergenza è affidata ad autorità pubbliche sovracomunali.

Concludo riprendendo le parole del Ministro della Salute, che ha invitato le istituzioni a lavorare insieme, nel massimo coordinamento, ed ha altresì sottolineato l’importanza dei comportamenti individuali: ognuno di noi, utilizzando la propria intelligenza ed il proprio buon senso, può sicuramente fare la propria parte per contenere la diffusione del contagio”.