Il Natale è appena passato e ogni volta penso: ricevere regali è bello, ma farli lo è ancora di più! Nel lontano dicembre 2012, appena tornato dal viaggio di 15 mesi in Sud America, mi sentivo molto fortunato per l’ospitalità e l’affetto ricevuti durante la lunghissima esperienza “on the road”. Nei mesi successivi cominciai a raccontare le mie esperienze a parenti ed amici, senza immaginare che da queste presentazioni improvvisate si sarebbe sviluppata una passione che ha assorbito migliaia di ore e cambiato fortemente la mia vita. Volontariato durante i miei viaggi e volontariato in Italia: per me i due volti, complementari, di un impegno per tutti gli esseri umani, indipendentemente dalla nazionalità e dal colore della pelle! Dal 2013 a oggi ho presentato le mie esperienze di viaggio e solidarietà per un totale di 125 volte, in scuole di tutti i livelli e in circoli, bar, biblioteche, ecc. Dal 2014 ho cominciato a distribuire i miei libri, in versione autoprodotta e autofinanziata: “Massi on the road in Sud America”, “Massi on the road in India” e l’ultimo arrivato “Massi on the road in Sudafrica e Lesotho”.

I bambini della Don Bosco Manger School in India

Un modo ideale per combinare il racconto – orale e scritto – dei miei viaggi, al desiderio di sostenere tanti giovani in difficoltà. Anche quest’anno mi sono dato da fare per raccogliere donazioni per i “miei” progetti in India. Fondamentale è stato il contributo del Rotary Club Gavi Libarna: a marzo ho ricevuto il “Prix Servir 2018”, dotato di un assegno da 1.500 Euro. Inoltre, con le presentazioni, i libri e le donazioni generose di tanti amici e amiche sono riuscito a raggiungere l’obiettivo prefissato: 4.000 Euro. Giovedì 27 dicembre ho eseguito il bonifico di questi 4000 euro alla Fondazione “Don Bosco nel Mondo”, che inoltrerà l’importo a due progetti in India. Il primo, “Don Bosco Academy“, è un’enorme scuola salesiana in una zona rurale e molto povera vicino a Hyderabad. Il secondo, “Don Bosco Manger School“, è la capanna-scuola che durante l’anno è stata trasferita in un’altra baraccopoli, dopo che le attività in un precedente slum erano state interrotte bruscamente a seguito di uno sgombero.

Ho visitato entrambe le opere nel 2017 e sono in contatto regolare con i due direttori, i Salesiani indiani Padre Bala e Padre Ratna, che ringraziano di cuore tutti i donatori. Sommando i 4.000 euro di quest’anno a tutte le altre donazioni a partire dal 2013 abbiamo raggiunto 23.000 euro a favore di progetti Don Bosco in Sri Lanka, India, Sud Africa e Lesotho. Un risultato fantastico, il regalo di Natale più grande che potessimo fare a noi stessi e alle centinaia di bambini e bambine sostenuti con questi piccoli grandi gesti di solidarietà! Anche se è giusto festeggiare i successi, ho lo sguardo già orientato alla raccolta del 2019, che intendo dedicare a due progetti Don Bosco in Etiopia, conosciuti durante il mio viaggio di novembre. Grazie di cuore a tutte le persone che hanno sostenuto i progetti di “Massi on the road” in questi anni…e continuiamo a camminare insieme! Chi ha interesse ad acquistate i libri o a fare una donazione può contattarmi: [email protected],  https://massiontheroad.wordpress.com/

CONDIVIDI
Articolo precedenteA Novi Ligure una targa in memoria di Fausto Coppi
Articolo successivoGrazie alla videosorveglianza denunciato il presunto pirata della strada