Andrea Chaves, l’esempio per le future generazioni

0
514

Si svolgerà domani sera alle 21, al Museo dei Campionissimi di Novi, l’evento in ricordo di Andrea Chaves, il giovane alpinista e studioso novese rimasto vittima circa 4 mesi fa in Val d’Aosta, di un incidente avvenuto durante una scalata sul Monte Bianco.

L’incontro aperto a tutti coloro che conoscevano e soprattutto a chi non conosceva a sufficienza Andrea, è stato organizzato dai genitori, Yonni e Patrizia Marchesotti. Personaggio ritenuto a ragione un “Illuminato”, Andrea era uno dei maggiori esperti italiani di Divina Commedia. Studiò a memoria e approfondì l’opera dantesca, fino a ricevere numerosi riconoscimenti da diverse città italiane. Firenze su tutte. Studente universitario alla facoltà di Lettere di Bologna, praticava lo Sport con passione, dedizione e successi ottenuti ad ampio raggio: alianti, alpinismo, karate (fu 2 volte campione nazionale) e podismo.

Nel corso della serata sarà proiettato un documentario dedicato alla sua vita. Interverranno tra gli altri, oltre ai genitori che presenteranno scritti inediti, anche personaggi del mondo della Cultura, come il professor Giampaolo Bovone, preside del liceo Amaldi, Benito Ciarlo, esperto e mentore per quanto concerne la Divina Commedia, Marcus Risso della biblioteca civica e amico fraterno di Andrea e Gimmo Borsoi, maestro di karate.

Sarà anche l’occasione per presentare un prossimo libro che conterrà passaggi inediti della breve ma intensa e profonda avventura terrena dell’indimenticabile Andrea Chaves.