Arriva la camorra a Novi… ma per fortuna è solo fiction

    0
    4320
    Izabel Nedely, Michele "Gucci" Cucciniello e Giovanni Lasagna

    Novi come Scampia o Castel Volturno? Fortunatamente si è trattato solo delle riprese di una serie televisiva dal titolo “La metamorfosi della camorra”, scritta e diretta dal regista Michele “Gucci” Cucciniello.

    Novi è stata scelta come location per girare alcune scene finali della prima delle 12 puntate previste, dove si esibisce come attore l’ormai notissimo Giovanni Lasagna, conosciuto non più solo per essere un artista del cioccolato, ma per la sua eccentricità molto dandy e, adesso, anche per essersi cimentato nel ruolo di attore.

    La Pasticceria Lasagna stamattina, domenica 24 febbraio, è stata dunque teatro di un set che ha riportato alla mente le scene del film Gomorra e alcuni racconti di Saviano. Ma come è entrato in questa situazione il nostro Lasagna?

    Pare che la scoperta delle sue ultime “qualità”, sia merito di Izabel Nedely un’attrice e cantante di origine romena ma residente da qualche tempo ad Arquata. L’artista ha prontamente segnalato certe singolari originalità del titolare della famosa pasticceria novese di via Pietro Isola, dal vestire al comportamento bizzarro, al regista Michele Cucciniello, con il quale stava girando da tempo la fiction “La metamorfosi della camorra”. Quasi una “folgorazione” a prima vista, sarebbe scattato tra Lasagna e Cucciniello. Quest’ultimo lo ha subito ingaggiato nel cast affidandogli la parte di un poliziotto, infiltrato in una banda criminale. 

    Per me è una nuova avventura nella quale mi sono buttato a capofitto – racconta Giovanni Lasagna –. Mi è stata proposta a sorpresa da Izabel Nedely che per alcuni giorni era venuta nel bar come semplice cliente: “per osservarmi da vicino” mi ha raccontato in seguito, dopo aver letto sui giornali, articoli che mi riguardavano. Mi ha così segnalato a una casa di produzione cinematografica per la quale lavora e quindi sono stato contattato”-.

    Terminato il lavoro in ogni dettaglio, a cura della società indipendente “Cinema produzione”, sarà poi mandato in onda su Sky Lombardia, presentato nella trasmissione “La valigia degli artisti” condotta da Rudy Zecca, anche lui presente a Novi stamattina. 

    “La metamorfosi della camorra – spiega Cucciniello – vuole distaccarsi dallo stereotipo di Gomorra, anche se non si può prescindere da certi contenuti violenti e da certe ambientazioni legate alle azioni della criminalità. Però nel nostro lavoro abbiamo inserito molte figure della società civile, dal parroco anti camorra all’assistente sociale che si occupa del recupero della microcriminalità, dal poliziotto che dice “no” ai boss malavitosi a tanti altri personaggi positivi che guardano a un futuro migliore. La serie Tv vuole quindi assumere una valenza di carattere sociale, denunciando le brutture di uno spaccato d’Italia che vive quotidianamente molte e pericolose contraddizioni”-.

    Fanno parte del cast, oltre a Giovanni Lasagna e Izabel Nedely: Luigi D’Alessandro, Enzo Santangelo, Giuseppe Figari, Giovanni Grimaldi, Francesca D’Ambrosio, Ester Cerchio, Maria Teresa Grimaldi, VIviana Di Maria, Francesca Bazzicalupo, Angie Esposito, Vincenzo Iorio e Mimmo D’Ambrosio.