Emanuela Bonabello: “II” direttore amministrativo va in pensione

0
2485

“Il ricordo più bello in 42 anni di servizio? Ne avrei tantissimi. Devo dire che ho ancora l’entusiasmo dell’inizio, quando nel 1975 ricevetti il primo telegramma che mi conferiva l’incarico per 3 giorni, in qualità di insegnante. Tre giorni che per me erano una vita”-.

Per intere generazioni Emanuela Bonabello è stata “II” direttore amministrativo scolastico. Uno dei volti più conosciuti e amati della città. Dal 1° settembre andrà in pensione anche se, trattandosi di un operatrice didattica, il servizio vero e proprio si concluderà attivamente nei prossimi giorni. L’altro giorno è stata festeggiata dall’attuale dirigente Mario Scarsi e da numerosi docenti per ricordare i tanti anni trascorsi insieme.

“È  vero, inizialmente il mio sogno era quello di voler insegnare – racconta la signora Emanuela – ma i casi della vita mi hanno portato a gestire l’amministrazione. Di questo però non sono affatto dispiaciuta, anche perché in questo ruolo a mio modo ho in effetti insegnato. Credo di averlo fatto, trasmettendo l’amore profondo per il lavoro. Si può, anche facendo una semplice telefonata. Per me sono stati importanti i contatti, specialmente con i bambini. Ho sempre cercato di mantenere questo rapporto di cuore anche se il mio è stato un compito meramente matematico”-.

Emanuela Bonabello per 34 anni è stata direttore amministrativo alla Direzione didattica del 3° circolo, oggi “Istituto comprensivo 3” che comprende la scuola elementare Zucca e le scuole per l’infanzia Pieve, Buozzi e Arcobaleno. Inoltre ha diretto gli uffici dei plessi di Pozzolo.

“Cosa farò dopo 42 anni? – Aggiunge Emanuela Bonabello – Veramente non ci ho ancora pensato ma dovrò adattarmi, poiché la mia vita, molto schematica, è sempre stata imperniata sulla famiglia e sul lavoro. Nel salutare tutti i colleghi, ho usato molte volte i termini: “grazie, “vita”, “impegno”, “condivisione”, “rispetto” e “presenza”. Sono entrata nella Scuola con questi principi, ne esco sicura più che mai che essi sono ancora i miei principi, onorata di aver fatto parte di questo magnifico gruppo che è l’Istituto 3 di Novi Ligure”-.