La rotonda lungo la strada provinciale della Crenna, in località Valle, a Gavi, arriverà nel 2020 e non quest’anno come era stato annunciato (http://www.giornale7.it/la-rotonda-di-valle-pronta-nel-2019/). L’eliminazione del pericoloso incrocio del centro commerciale Il Forte è l’unica risposta che il Comune ha dato ai residenti della località, che dal 2017 chiedevano tutele con autovelox e controlli per limitazione della velocità. Due domeniche fa si è verificato, al confine con Serravalle, un altro incidente, con ben cinque feriti, fra cui un bambino di tre anni. È l’ennesima dimostrazione che la strada 161 necessita di interventi per limitare la velocità ma, al contrario, il tratto dal ponte sul Neirone fino a Libarna è stato invece allargata grazie al Terzo valico senza prevedere nulla per tutelare pedoni, residenti e automobilisti. Solo i carabinieri di Gavi svolgono controlli sul rispetto del limite dei 50 km orari.

Il pericoloso incrocio del centro commerciale

I residenti continuano però a lamentare, soprattutto da parte dei mezzi pesanti, velocità eccessive. Mai realizzata, inoltre, la pista ciclabile dal convento all’incrocio per Pratolungo: sarebbe stata pagata dal Cociv ma il Comune si è rifiutato di eseguire gli espropri. Tornando alla rotonda, l’opera sarà realizzata dal Comune con i fondi del Terzo valico. “Siamo pronti con il progetto esecutivo – spiega il vicesindaco Nicoletta Albano – essendo prevenuto il parere favorevole della Provincia, l’iter è finalmente concluso”. La progettazione era stata affidata a fine 2018.

CONDIVIDI
Articolo precedenteLa falda di Sezzadio-Predosa salvata da un parere “dimenticato”?
Articolo successivoViolenze e minacce alla ex: arrestato a Novi dai carabinieri