La minoranza: “Chiudere i supermercati nei fine settimana per fermare il virus”

0
2201
Il centro di Serravalle Scrivia

Con una lettera inviata al sindaco di Serravalle Scrivia Alberto Carbone, i consiglieri di minoranza Walter Zerbo e Anna Massone, dopo aver appreso la presenza di persone in quarantena all’interno del paese, chiedono misure ancor più restrittive per meglio fronteggiare  la pandemia da coronavirus. La richiesta riguarda in particolare la chiusura domenicale e festiva degli ipermercati, supermercati e negozi, necessaria per ridurre al minimo gli spostamenti delle persone. “In quanto autorità responsabile della salute pubblica – scrivono – chiediamo di  adottare il provvedimento che sarebbe utile ad evitare gli spostamenti delle persone soprattutto verso le grandi strutture di vendita, di solito maggiormente frequentate nei giorni festivi; inoltre consentirebbe una sosta nel lavoro al personale addetto , inevitabilmente soggetto al contatto con i clienti.

Alberto Carbone

Oltre a questo, le chiediamo di mettere in atto tutte le iniziative necessarie al controllo delle limitazioni agli spostamenti: la sola presenza degli agenti di polizia municipale sul territorio, non solo in auto, sarebbe un buon deterrente per chi non rispetta le regole ed un aiuto per chi non le conosce ancora. Non invochiamo lo stato di polizia, ma , purtroppo, pare che al momento l’unico rimedio di cui disponiamo contro la diffusione del virus sia la riduzione dei contatti tra le persone”. E concludono: “Vogliamo tutti fare la nostra parte,  impegnandoci a diffondere il messaggio di ridurre gli spostamenti al minimo indispensabile; le chiediamo perciò di usare la sua autorità anche per diffondere al massimo tutte le informazioni necessarie alla popolazione, sulle limitazioni di movimento, sulle precauzioni igieniche, ma anche riguardo la possibilità di farsi recapitare la spesa o i farmaci a casa; sia con i mezzi informatici come il comune sta già facendo, ma anche con avvisi da diffondere negli esercizi commerciali e su tutto il territorio comunale, per raggiungere tutti gli abitanti del nostro paese”.