Amici del Forte di Gavi: Nicola Galleani torna presidente

L'assemblea dell'associazione ha scelto il successore di Andrea Scotto

0
1052
Il Forte di Gavi
Il Forte di Gavi

Nicola Galleani d’Agliano è il nuovo presidente degli Amici del Forte di Gavi. “Nuovo” si fa per dire, poiché l’ex consigliere comunale ha già guidato l’associazione dieci anni fa, quando è stata fondata allo scopo di rilanciare il Forte, da decenni lasciato in abbandono dal punto di vista delle attività culturali. Galleani è stato eletto domenica scorso dall’assemblea dei soci. Succede ad Andrea Scotto, dimissionario e torna a ricoprire questo ruolo in un momento non facile. Infatti, come aveva denunciato il suo precedessore, le novità introdotte dal decreto del ministro dei Beni culturali Dario Franceschini prevedono cambiamenti nei rapporti tra le associazioni di volontariato e gli enti statali proprietari dei monumenti, come il Polo museale del Piemonte, nel caso del Forte. “C’è troppa burocrazia e i costi sono diventati elevatissimi”, aveva detto Scotto, e infatti erano stati annullati alcuni eventi.

Nicola Galleani d’Agliano

L’associazione doveva quindi decidere cosa fare del suo futuro mentre nel Forte, con l’arrivo del nuovo direttore, Annamaria Aimone, altri sodalizi stanno avviando diverse attività. “Ho accettato con molto piacere la proposta dei soci – dice Galleani – di assumere nuovamente la carica di presidente dell’associazione, nella convinzione che si possa fare ancora molto per la promozione del Forte e del territorio. Certamente i rapporti con il Polo Museale dovranno essere rivisti per tenere conto del fatto che ad oggi il Polo Museale ha assunto direttamente la funzione di promozione e di organizzazione di eventi nel Forte. Si tratta, quindi, di definire con il Polo quale possa essere il ruolo dell’associazione, oltre al consueto supporto delle guide volontarie per le visite di gruppi e la ricerca storica. Nei prossimi giorni richiederemo un incontro con il Polo e in seguito il Consiglio definirà le linee d’azione per il futuro. Personalmente – continua Galleani – ritengo che l’associazione, che ad oggi è formata esclusivamente da volontari che operano come guide o di supporto agli eventi, possa e debba evolvere come una vera e propria associazione culturale, aprendo l’adesione a tutti coloro che, oltre ad avere a cuore la promozione del territorio di cui il Forte è il simbolo, siano interessati alla conoscenza del mondo architettonico. Proporrò al Consiglio – spiega ancora il neo presidente- di adottare un programma che preveda delle attività riservate ai soli soci, per esempio con delle visite organizzate in altre strutture simili al Forte di Gavi”. L’associazione, conclude Galleani rispondendo ad altre domande, “non ha rischiato lo scioglimento perché c’è sempre l’entusiasmo e la voglia di fare. Si tratta semplicemente di ridefinirne il ruolo. Personalmente ho un ottimo rapporto con la direttrice e penso che in futuro non possa che migliorare”. Segretario degli Amici del Forte è stato eletto Luigi Pagliantini, tesoriere Roberto Dellacasa.