Il nuovo ponte al posto del guado: cantiere aperto nel 2024.

L’opera da 3,5 milioni, fondamentale per la viabilità in val Lemme, sarà avviata il prossimo anno.

0
993
Il guado di Gavi

Il cantiere del nuovo ponte sul Lemme a Gavi aprirà nel 2024. Lo prevede il sindaco Carlo Massa. L’opera dovrà sostituire il guado che collega le provinciali 160 per Voltaggio, 170 per Bosio e 168 per Parodi, da sempre un problema per la viabilità della Val Lemme poiché deve essere chiuso in caso di piena del Lemme. Con i lavori di riqualificazione di via Mameli, che dureranno fino a metà dicembre dopo l’avvio del 9 ottobre, la viabilità a Gavi si è complicata: in caso di allerta e quindi di chiusura del guado, come è avvenuto nei giorni scorsi, per fortuna solo per alcune ore durante la notte, si devono percorre strade alternative piuttosto lunghe, per esempio la strada della Lomellina e la strada comunale Bosio-Carrosio, per arrivare in Valle Scrivia. Per questo, il nuovo ponte è sempre più necessario. L’opera è stata finanziata con i fondi del Terzo valico e costerà circa 3,5 milioni. Il Comune è in attesa della progettazione definitiva-esecutiva, ultimo passaggio prima della gara d’appalto. Il sindaco annuncia che durante l’attività di cantiere il guado non verrà chiuso al traffico: verrà abbattuto solo con il nuovo ponte aperto.