“Musica Maestro!”, una serata per ricordare Luigi Albertelli

Venerdì 25 giugno, alle 21, nel Chiostro dell’Annunziata, per “E..state d’Istanti”

0
189

Il racconto in musica, testi, narrazione e numeri di una parabola artistica che ha fatto storia nella cultura musicale pop italiana: quella di Luigi Albertelli, celebre paroliere tortonese scomparso nel febbraio di quest’anno.

Le sue canzoni e la sua esperienza saranno presentati in “Musica, maestro!”; una serata organizzata nell’ambito del cartellone “E…state d’Istanti”, organizzato dal Comune di Tortona, al Chiostro dell’Annunziata, il cortile retrostante Biblioteca e Teatro Civico, in programma domani, venerdì 25 giugno, alle 21,30. L’ingresso è gratuito ma con prenotazione obbligatoria, presso la biglietteria del Teatro Civico (0131-820195).

La serata sarà la versione dal vivo dell’omonimo programma radiofonico ideato e condotto dallo stesso Albertelli con la cantautrice Furia e il giornalista e conduttore radiofonico Brocks, tuttora in onda su Radio Pnr ogni lunedì alle 18. Questi ultimi sono ideatori e curatori della serata: Tania Furia, ultima artista prodotta da Albertelli in ordine di tempo, eseguirà dal vivo accompagnata dal chitarrista Alberto Graziani, successi e brani meno conosciuti del repertorio del paroliere; Stefano Brocchetti, giornalista e conduttore radiofonico, ha curato le ricerche storiche e discografiche, svilupperà il filo narrativo della serata, con il contributo del dj Lorenzo Barbieri.

Tante sorprese e, in qualche modo, ci sarà anche la presenza di Luigi Albertelli attraverso vari audio, oltre a ospiti e contributi realizzati per l’occasione: “Sarà un’occasione per ascoltare tanta musica e conoscere opinioni e retroscena – spiegano gli organizzatori – portando agli ascoltatori i commenti in voce dello stesso Albertelli e contributi video esclusivi inviati per questa occasione dagli artisti che collaborarono alla scrittura o interpretazioni di quei brani. Interverrà dal vivo il cantautore tortonese Donatello e sopratutto cercheremo di contestualizzare le opere di Luigi nel tempo in cui uscirono, ripercorrendo le classifiche discografiche d’epoca ed i cast dei grandi festival”.

Oltre ai brani di Albertelli, saranno proposte carrellate di successi firmati da altri grandi artisti, che popolavano festival e classifiche delle varie annate, al fine di rendere la piena portata dell’opera artistica del Maestro tortonese, di fatto il racconto degli anni 70 e 80 in musica, attraverso le hit vent’anni, per riconoscere la continua evoluzione di generi e stili attraverso le epoche.

Le canzoni scritte dal paroliere tortonese Luigi Albertelli, scomparso a febbraio di quest’anno, hanno fatto da colonna sonora per almeno vent’anni di carriera, tra il primo grande successo, “Zingara”, scritto insieme al conterraneo Enrico Riccardi con cui sbancò al primo tentativo il Festival di Sanremo nel 1969, e l’ultima vittoria sempre a Sanremo nelle Nuove Proposte del 1987 con “La notte dei pensieri” per Michele Zarrillo.

In mezzo un’infinità di premi: Gondola d’oro con Mia Martini, Festivalbar con Drupi, Canzonissima con Wess e Dori Ghezzi, partecipazioni all’Eurofestival, successi in tutta Europa e in America come “Vado Via” cantata da Drupi o “Non voglio mica la luna” per Fiordaliso, fino a “Ricominciamo” per Adriano Pappalardo, passando per i successi scritti per Mina, Milva, Vanoni, Equipe 84, Nomadi, Dik Dik, Sandro Giacobbe, Zucchero, all’operato da discografico e talent scout, con cui portò alla ribalta il tortonese Donatello, il pavese Drupi, la piacentina Fiordaliso e tanti altri. Un repertorio di oltre mille canzoni depositate alle Siae, cui si aggiunge l’attività come autore televisivo in Rai e Mediaset, per trasmissioni con Gianni Morandi, Loretta Goggi, Mike Bongiorno.

E poi la svolta di scrivere sigle per telefilm e cartoni animati giapponesi a fine anni Settanta, sfornando con Vince Tempera e altri compositori, successi come “Ufo robot”, “Daitan 3”, “Na-no na-no”, “Anna dai capelli rossi”, “Remi”, “Dallas”, “Furia”, “Bo e Luke”, “Capitan Harlock”.