Ovada. Ubriaco aggredisce in due diverse occasioni i carabinieri

Ora è agli arresti domiciliari

0
899

Minacce, lesioni personali e resistenza e violenza a pubblico ufficiale. Con queste accuse è stato arrestato in flagranza di reato dai carabinieri di Ovada e di Molare la sera del 23 agosto scorso, G.D., 59nne cittadino rumeno da anni residente a Ovada.

A giugno all’uomo era già stato arrestato, perché stata imposto l’obbligo di  presentazione alla polizia giudiziaria, per reati analoghi, ma era arrivato ubriaco in caserma e  aveva aggredito i carabinieri in servizio, provocandogli lesioni. Una volta rilasciato si è nuovamente presentato alla stazione dei carabinieri di Ovada in stato di ubriaco, minacciando e inveendo contro il militare presente.

Una volta uscito dalla caserma, si è recato in un bar nelle vicinanze, dove ha ordinato altri drink, che il barista si è rifiutato di servire. Il rumeno si è ulteriormente alterato, a quel punto i gestori del locale e alcuni avventori spaventati,  hanno chiamato i  carabinieri. Arrivati immediatamente nel bar, i militari hanno cercato invano di riportare alla calma l’uomo, lui per tutta risposta li ha aggrediti con calci, pugni e con un bastone da passeggio che portava con sé, provocando diverse contusioni ai carabinieri che nonostante tutto sono riusciti a immobilizzarlo e portarlo nelle camere di sicurezza della caserma per  metterlo a disposizione del P.M. di Alessandria, in attesa del rito direttissimo celebrato nella mattinata di venerdì 24 agosto, con la convalida dell’arresto e l’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari con braccialetto elettronico.