Riprenderanno probabilmente oggi, giovedì 15 novembre, le ricerche di Saverio Tagliafierro, il genovese di 75 anni scomparso a Capanne di Marcarolo il 3 novembre. In questi giorni sono state sospese per il maltempo e la nebbia e da domani andranno avanti fino a domenica, quando verrà fatto il punto. La scomparsa di Tagliafierro, avvenuta mentre stava cercando funghi nel Parco Capanne di Marcarolo, è diventata un mistero tanto da essere stata segnalata anche alla trasmissione tv “Chi l’ha visto?”.

Saverio Tagliafierro

Le uniche sue tracce ritrovate dopo la scomparsa sono il cestino e il bastone che aveva con sé. Il territorio intorno alla frazione di Bosio è stato battuto da squadre di volontari, vigili del fuoco, carabinieri e forestali, con cani ed elicotteri, senza successo. Tagliafierro da giovane era un calciatore e aveva giocato nella Gaviese, per una sola stagione, in Serie D, prima del salto in Serie C, nel ruolo di mediano. Viene ricordato come un mastino del centrocampo, un giocatore che non si arrendeva mai. I familiari hanno diffuso sulla stampa ligure già diversi appelli, chiedendo che le ricerche continuino. Molto però dipenderà dal meteo.

CONDIVIDI
Articolo precedenteIl ministro Di Maio: “Tuteleremo il marchio della Pernigotti”
Articolo successivoTerzo valico, il cantiere di Voltaggio ancora fermo. Coffano: “Su 21 km di gallerie amianto in regola”.