Torna Gavi, il Forte, il Borgo: street food e visite guidate.

Domenica l’evento enogastronomico nel centro storico. Sarà anche l’ultimo giorno della famiglia Bertelli nella loro storica macelleria

0
305

Decine di bancarelle con prodotti enogastronomici, piatti preparati da bar e ristoranti, visite ai monumenti. Gavi, domenica 12 maggio, con la nuova edizione di Gavi, il Forte, il Borgo, sarà la capitale dello Street food coniugato con la cultura e la storia. Sarà anche l’occasione per salutare una storica attività gaviese da sempre protagonista della manifestazione. Dalle 10 in via Mameli e piazza Roma il mercatino del gusto con i prodotti locali a denominazione comunale (Deco) e da mezzogiorno lo street food con la partecipazione dei locali gaviesi e non solo. Si potranno apprezzare, tra l’altro, ravioli, risotto al Gavi, panini con carne piemontese, la torta di riso, acciughe fritte, lumache in umido, farinata e poi vini, birra artigianale, amaretti, il gelato Moretto. La festa sarà anche l’occasione per visitare chiese e palazzi con gli Amici del Forte e visitare la fortezza dalle 9,30 alle 17,30. Domenica sarà un giorno particolare per Gavi poichè sarà l’ultimo giorno in cui la famiglia Bertelli gestirà la storica macelleria di via Mameli 23. Una storia lunga un secolo, cominciata nel 1926, con Agostino Bertelli e sua moglie Rosetta, proseguita con Ottavio e Paola insieme ai figli Marco e Tino e dal 2000 portata avanti da quest’ultimo con Giovanna. Proporranno le loro specialità: la Testa in cassetta di Gavi, salume presidio Slow Food, e i fritti nell’ostia. La macelleria riaprirà a giugno con nuovi gestori. Gavi, il Forte, il Borgo, è organizzata dalla pro loco Sempre domenica, alle 17, nell’atrio del municipio, la presentazione del libro “Alla scoperta dell’Appennino ligure”, ala presenza dell’autore, Giuliano Lo Pinto.