A San Sebastiano tre mostre per celebrare il grande pittore Felice Giani

L’inaugurazione domenica 2 luglio alle 16.00

0
418

A duecento anni dalla scomparsa del pittore Felice Giani, proseguono le iniziative dedicate al maestro neoclassico nato a San Sebastiano Curone nel 1758 e, morto nel 1823.

Domenica 2 luglio alle 16 a Sebastiano Curone si terrà l’inaugurazione di tre mostre per celebrare uno dei principali protagonisti della storia dell’arte italiana e tra i più importanti rappresentanti del territorio alessandrino. Nelle esposizioni, che saranno dislocate in vari luoghi dello splendido borgo della Val Curone, si potranno ammirare opere e documenti appartenenti alle più importanti collezioni pubbliche e private, selezionate da un equipe di esperti riuniti in un Comitato di Studi composto da storici dell’arte di chiara fama e profondi conoscitori della figura di Felice Giani : Vincenzo Basiglio, Aurora Scotti, Vittorio Sgarbi e Marcella Vitali .

All’Archivio Pittor Giani, custode del fondo documentale di Riccardo Giani, sarà esposta la mostra curata da Vincenzo Basiglio e Vittorio Sgarbi: “Felice Giani e dintorni, opere da collezioni private”.

All’Archivio Piero Leddi, in esposizione “Disegni di Felice Giani raccolti da Piero Leddi.”
a cura di Aurora Scotti e Marcella Vitali

Archivio Pittor Giani

All’Oratorio della SS. Trinità,  la mostra curata da Vincenzo Basiglio e Marcella Vitali s’intitola “Il viaggio da Faenza a Marradi”, dove si potrà ammirare il famoso “Album da Faenza a Marradi” proveniente dal Fondo Piancastelli della Biblioteca Comunale Aurelio Saffi di Forlì, esposto per la prima volta a San Sebastiano  nella sua completezza.

Le mostre saranno aperte dal 2 luglio al 1° ottobre, tutti i venerdì – sabato e domenica dalle 16 alle 19 e su prenotazione [email protected]  –  tel. 334 3334015 Per tutte le informazioni www.archiviopittorgiani.com

Natività Volti di Madre
Felice Giani, 1786, Madonna tra San Bernardo e San Giovannino, olio su tela, Museo Diocesano

Sono molti gli enti e le associazioni pubbliche e private che hanno contribuito alla realizzazione del progetto: Comune di San Sebastiano, Fondazioni Cassa di Risparmio di Torino, Cassa di Risparmio di Alessandria e Cassa di Risparmio di Tortona;  Regione, Comune e Diocesi di Tortona, Comune e Provincia di Alessandria, Alexala, Costruire Insieme, Comune di Monleale, Strada del Vino e dei Sapori dei colli tortonesi, Archivio Piero Leddi, Associazione Pellizza, Archivio Clemen Parrocchetti, Associazione Pro Julia Derthona, Fai sez. Tortona, Atelier Sarina, Società Italiana per la Protezione dei Beni Culturali, Quarto Piemonte, i Comuni di Forlì, Faenza, Brisighella e Marradi  più la sezione faentina di Italia Nostra, ed i musei di Palazzo Milzetti e di Palazzo Laderchi a Faenza.

Gli istituti che collaborano alla realizzazione del progetto realizzeranno un polo museale diffuso  che si chiamerà “UVA” acronimo di  “Una Valle di Artisti” per creare una rete tra Archivi e Musei collegati finalizzata a valorizzare in territorio  tortonese e la Val Curone che ha dato i natali a tanti di artisti di grande prestigio; oltre a Giani, citiamo  Pellizza, Leddi, Barabino.