Addio a Persegona, padre della Tre Colli e grande amante delle due ruote.

L'imprenditore è scomparso a 79 anni dopo due mesi in ospedale a causa di un aneurisma. I funerali sabato in Emilia.

0
2548

Tarcisio Persegona tornerà nella sua Emilia per l’ultima volta sabato, alle 10, a Pieve di Cusignano, in provincia di Parma, dove si svolgeranno i funerali. L’imprenditore a capo della Tre Colli di Carrosio è morto ieri a 79 anni. Era in ospedale nella sua regione d’origine da settembre in seguito a un aneurisma che lo aveva colpito mentre era in bicicletta, la sua grande passione. All’inizio degli anni Ottanta era arrivato a Carrosio e nell’ex jutificio aveva insediato la sua azienda, la Tre Colli appunto, leader nella costruzione di oledotti e gasdotti, dando lavoro a molti carrosiani e non solo.

Con il fratello Luigi aveva poi allargato l’attività all’edilizia con la Nord Prefabbricati, con la quale ha costruito decine di capannoni in tutto il Nord Italia e non solo, fino all’Outlet e a tutta l’area commerciale tra Novi e Serravalle. Con la Tre Colli e le altre aziende di famiglia ha sponsorizzato decine di manifestazioni sportive. In sella alla sua bici ha scalato 500 volte il passo del Gavia, spesso insieme al suo amico Francesco Moser. Persegona lascia la moglie Gabriella e i figli Giacomo, Sonia e Mara.