Il Lions Club Valli Borbera e Spinti dedica una serata ad Andrea Chaves, il poeta che amava le montagne

    0
    922

    Non è difficile cadere nella retorica quando si parla di una persona scomparsa, ma se si tratta di un giovane bello, intelligente e colto, le parole sono reali e, reale è il vuoto che questa persona ha lasciato. E’ il caso di Andrea Chaves, scomparso tragicamente a 21 anni l’8 Settembre 2017 durante una scalata in solitaria sul Monte Bianco.  Andrea amava la montagna, lo sport e Dante.

    Andrea Chaves

    A lui, il Lions Club Borghetto Borbera e Spinti la scorsa settimana,  ha voluto dedicare una serata che si è svolta Novi Ligure, cui hanno partecipato i  genitori, Jonny e Patrizia Chaves. Attraverso i loro racconti e la proiezione di un filmato hanno consentito, anche chi non lo aveva mai incontrato di entrare nella vita intensa di questo ragazzo che, come ha ricordato il presidente del Club Paolo Ponta è stato “bravo studente, pilota di aliante, cintura nera di karate, appassionato di mountain trail, alpinista di straordinario talento, studioso della Divina Commedia, opera che conosceva bene e recitava a memoria, partecipava a recite e divulgazioni dantesche ricevendo numerosi prestigiosi attestati”.

    Nel corso della serata è stato presentato il libro “Andrea Chaves il Poeta e le Montagne”, scritto da Marcus Risso, i cui proventi sono destinati alla  creazione di borse di studio. La pubblicazione contiene un CD con straordinarie e suggestive riprese delle scalate in solitaria di Andrea. Un libro che racconta la vita di un giovane che amava la vita, ma era consapevole che le sue passioni potevano essere fatali.   In una lettera rivolta ai genitori scrive: “Se un giorno non dovessi tornare voglio che sappiate che ero lassù per una mia scelta. Grazie per la Vita meravigliosa che mi avete concesso di vivere!……Ho amato la vita anche attraverso le montagne e posso dire, veramente, di essere felice!”