In Val Borbera si fa l’olio di oliva? Luigi Poggio c’è riuscito a Sorli

0
732

A Sorli si produce olio di oliva. Nessuna commercializzazione, per carità, ma il pensionato Luigi Poggio, “Gino” per tutti, 76 anni, ce l’ha fatta. Da anni l’uomo coltiva un piccolo uliveto nella frazione di Borghetto Borbera da dove, quest’anno, per la prima volta, è riuscito a ricavate circa 20 litri di olio, rigorosamente naturale, senza alcun trattamento chimico. Gli alberi erano stati piantati circa 15 anni fa ma almeno la metà erano morti.

Ne sono rimasti una quindicina che quest’anno, finalmente, hanno dato abbastanza olive per la macinazione, avvenuta in frantoio nell’entroterra di Chiavari, dopo che Luigi si era attrezzato con reti e rastrellino. A dargli manforte, la nipote Tea e una delle figlie, Annalisa, che lo hanno spronato ad andare avanti in questa avventura. Per Gino una grande soddisfazione e per Sorli un piccolo record: probabilmente è la prima volta che si produce olio di oliva in Val Borbera.