Pasturana festeggia la zucca e l’ambiente

Grazie a Legambiente, Pro loco e Comune torna la sagra dedicata al simpatico ortaggio e alle piccole economie con oltre 50 produttori locali. Sarà proiettato "The Climate Limbo", documentario che racconta il nesso tra cambiamento climatico e migrazioni

0
780

Qual è il nesso tra un ortaggio come la zucca e la tutela dell’ambiente? C’è da chiederselo visto che domani, domenica 29 settembre, dalle 9,30 a Pasturana, si terrà la sesta edizione della Sagra della zucca, in realtà tutt’altro che una sagra come ce la possiamo immaginare ma piuttosto una giornata dedicata al territorio e alla sua valorizzazione, proposta come sempre da Legambiente Val Lemme insieme alla pro loco e al Comune, con zucche di ogni dimensione e colore e tanti momenti di incontro e riflessione. “L’evento – spiega Mario Bavastro, pilastro del circolo ambientalista vallemmino – vuole evidenziare l’importanza delle aziende agricole locali che generano piccole economie e tutela del territorio attraverso la sua manutenzione, creando reddito senza distruggere l’ambiente, tutto il contrario dello sviluppo che conosciamo. Non solo: i prezzi bassi della frutta e degli ortaggi nella grande distribuzione vogliono dire aziende agricole strozzate costrette a pagare poco i lavoratori, creando diseguaglianze quando invece si deve fare tutt’altro, puntando sulla produzione locale a favore delle comunità”.

Un’immagine della Sagra della Zucca 2018

Alla sagra, al via dal mattino, prenderanno parte oltre cinquanta produttori del territorio, molti dei quali biologici. Quest’anno, per la prima volta, il pranzo a base di ricette alla zucca non sarà preparato nell’area della festa dai volontari ma nei due ristoranti del paese proprio, spiega ancora Bavastro, “per aiutare l’economia locale”. Nel corso della giornata, alle 15, verrà proiettato “The Climate Limbo“, il documentario prodotto dall’associazione Aps Cambalache di Alessandria, che racconta il nesso tra cambiamento climatico e migrazioni. Saranno presenti anche alcuni rappresentanti di Fridays For Future di Alessandria. Sarà inoltre presentata, alle 11,30, a cura di Renzo Piccinini, l’ultima opera di Dino Bergaglio, appassionato storico locale e vice presidente del centro studi ‘In Novitate’ nonché amico del circolo Legambiente Val Lemme, che ci ha lasciato lo scorso dicembre. In palio, come sempre premi per la zucca più pesante, per quella più lunga e più bella nonché per le decorazioni più belle di terrazzi, davanzali e cortili in paese. Alle 16, infine, la Zuccaccia per i più piccoli.