Rafael Gualazzi all’Outlet, tra jazz e musica leggera

0
1083

Dopo il concerto di Mario Biondi, questa sera, sabato 15 luglio, il secondo appuntamento con la musica all’Outlet di Serravalle con il quartetto “soft” jazz di Rafael Gualazzi.

Insieme a lui saranno sul palco anche il trio dei Malla hands costtituito da Nick Smart, Jesse Barrett e Jordan Smart.

Sempre stasera, alle 20.30, a supporto del concerto del quartetto, suoneranno anche Edo Ferragamo, chitarrista nipote dello stilista Salvatore (che proprio nella piazza dell’Outlet dove si tiene il concerto ha un proprio store) e la cantante Vassy.

L’attesa è però per Gualazzi e il suo gruppo. La carriera del cantante – pianista subisce una svolta in positivo nel 2009 dall’incontro con Caterina Caselli, che lo porta a firmare un contratto discografico con l’etichetta Sugar. La sua notorietà supera in breve tempo i confini italiani: il brano “Reality and Fantasy”, nella sua versione remix di Gilles Peterson, entra nelle classifiche di tutto il mondo e lo porta a esibirsi al Louvre e al Sunside Club di Parigi, il tempio francese della musica jazz. In Italia intanto calca palcoscenici importanti come l’Heineken Jammin Festival e il Pistoia Blues Festival. Nel 2011 è la volta del Festival di Sanremo con il brano “Follia d’amore”. È un trionfo: primo posto della categoria Giovani, il premio della Critica “Mia Martini”, il premio della Stampa Radio, il premio Assomusica per la migliore esibizione live. Nel 2013 esce il suo terzo album, “Happy Mistake”, dove mette in mostra tutta la sua ecletticità, spaziando in diversi generi musicali. Torna al Festival di Sanremo nel 2014 e conquista il secondo posto. Gualazzi intanto partecipa ai più rinomati festival d’Europa, arriva in tv firmando la colonna sonora del programma “Che tempo che fa” e debutta nella musica da cinema con Pupi Avati nel film “Un ragazzo d’oro”, di cui firma l’intera colonna sonora. Oggi è al lavoro su un nuovo progetto discografico di prossima uscita.