Tortona, il rapinatore seriale finisce in carcere

Anthony Grifone deve scontare tre anni e quattro mesi. Era già ai domiciliari per tre rapine avvenute nel 2018

0
547
Tortona

Nel primo pomeriggio di sabato, i carabinieri di Tortona hanno provveduto alla traduzione in carcere del 27enne Anthony Grifone per scontare la condanna definitiva di tre anni e quattro mesi di reclusione emessa dal Tribunale di Alessandria. Del giovane, che attualmente era sottoposto agli arresti domiciliari per la stessa causa, se ne erano occupate le cronache quando gli stessi carabinieri di Tortona, nel maggio 2018, al termine delle indagini coordinate dalla dottoressa Lisa Iovane, erano riusciti a identificarlo e arrestarlo perché ritenuto autore di rapine a tre donne, commesse in diverse zone di Tortona il 21 febbraio dello stesso anno. In quella serata, l’uomo aveva agito in via Bandello, in via Visconti e nella centrale piazza delle Erbe, strappando le borsette alle vittime, travisandosi con una felpa con il cappuccio rialzato. All’epoca, due delle tre vittime avevano riportato ferite nel tentativo di opporsi allo scippatore, che non aveva esitato a colpirle con violenti calci e a trascinarle sul selciato. Grifone aveva confessato i delitti, spiegando di avere agito in quanto sofferente di ludopatia.

L'Outlet di Serravalle Scrivia
L’Outlet di Serravalle Scrivia

A Serravalle Scrivia due italiani sono stati arrestati dai carabinieri per furto continuato aggravato commesso in vari punti vendita dell’Outlet. Erika Lazrevska, 19enne, e Aleksandar Dimitrov, 24enne, entrambi di origine macedone, sono stati sorpresi dagli operanti in possesso di capi di vestiario e accessori del valore complessivo di 258 euro, asportati dopo avere usato violenza sulle cose, mediante la rimozione delle placche antitaccheggio di cui i capi di abbigliamento erano dotati. Il ragazzo è stato trovato in possesso anche di un coltello “a ventaglio” e di sostanza stupefacente del tipo marijuana, ed è stato denunciato per il porto di oggetto atto a offendere oltre che segnalato alla competente Prefettura per l’uso personale di stupefacenti.