Foglio di via obbligatorio a cinque persone pericolose.

0
819
La caserma dei carabinieri di Novi

Non potranno tonare per i prossimi quattro anni nè a Novi Ligure e neppure a Serravalle Scrivia. I provvedimenti sono stati proposti dai Carabinieri di Novi Ligure  in due differenti occasioni e, immediatamente emessi dal Questore della Provincia di Alessandria.

Il foglio di via con divieto di ritorno è una misura di prevenzione – prevista dal D.Lgs. 159/2011 “Codice Antimafia” – che può essere adottata dal Questore, in qualità di Autorità di Pubblica Sicurezza. I destinatari sono soggetti considerati socialmente pericolosi colti in comuni con cui non hanno alcun legame, in presenza di indizi che fanno ritenere che possano lì dedicarsi ad attività delittuose. La misura, limitativa della libertà personale, tende a impedire il ritorno nel comune e la commissione di reati e punisce i trasgressori con l’arresto.

La prima delle due proposte dei Carabinieri ha riguardato due sudamericani irregolari, con svariati alias e precedenti di polizia specifici, fermati all’Outlet di Serravalle Scrivia dopo un furto di occhiali da sole. Nelle more della redazione degli atti di denuncia per furto aggravato e delle operazioni di fotosegnalamento, i Carabinieri della Stazione di Novi Ligure li hanno proposti per il foglio di via con divieto di ritorno dal comune di Serravalle Scrivia, emesso dal Questore e notificato agli interessati.

La seconda, pochi giorni dopo, ha portato all’emissione del provvedimento a carico di tre persone, tutte straniere e gravate da svariati precedenti di polizia anche specifici, per un furto di generi alimentari in supermercato. Anche nella circostanza, alla proposta dei Carabinieri della Stazione di Novi Ligure è seguita la rapida emissione del provvedimento, notificato mentre i tre erano ancora in attesa della conclusione degli adempimenti relativi alla loro denuncia per furto aggravato e porto di oggetti atti a offendere e allo scasso.