Il pozzo della Lomellina troppo sfruttato da Gavi, per questo è mancata l’acqua a Rovereto nelle settimane scorse. No, la colpa è di Novi Ligure, Comune che preleva anch’esso dalla stessa falda. Nell’ultimo Consiglio comunale gaviese la discussione è stata (anche) sull’emergenza idrica che ha interessato in particolare la frazione di Rovereto, rimasta all’asciutto a fasi alterne tra giugno e luglio per diversi giorni poiché, secondo quanto spiegato da Gestione Acqua, gestore dell’acquedotto gaviese, il pozzo della Lomellina, da cui si alimentano questa e altre frazioni, è ancora in crisi a causa della forte siccità del 2017. A poco sono servite le piogge della scorsa primavera e per gli abitanti di Rovereto sono state necessarie le sacche di acqua potabile. Gestione Acqua ha poi risolto la situazione allacciando le frazioni di Alice e Nebbioli alla tubazione che alimenta il concentrico di Gavi, escludendole quindi dal pozzo della Lomellina. Quest’ultimo dà acqua quindi solo a Rovereto. Una soluzione che si spera possa essere definitiva.

Novi Ligure

In Consiglio comunale l’argomento è stato sollevato da Mario Compareti, capogruppo di minoranza: “Il pozzo scavato in Lomellina nel 1989, tra le proprietà di Broglia e Raggio, dall’amministrazione Candia, all’epoca aveva risolto le difficoltà perenni di Rovereto. Il geologo Foglino, incaricato della progettazione, aveva informato il Comune che il pozzo poteva dare acqua fino a 800 litri al minuto, ma non sempre, solo in certi periodi. Alice e Nebbioli all’epoca erano alimentati da Bosio poi l’amministrazione comunale della seconda metà degli anni Novanta (già targata Albano, ndr) aveva litigato con il Comune di Bosio per la vicenda del segretario comunale, per questo non aveva più potuto utilizzare l’acqua bosiese. Così, adesso, la Lomellina è stata portata al collasso poiché invece di Rovereto, Vallegge e Vallemme alimenta anche altre due frazioni rispetto all’inizio”. Il vicesindaco Nicoletta Albano ha replicato: “Il problema è un altro: anche Novi Ligure pesca dalla stessa falda del nostro pozzo, ed essendo una grande città necessita di molta acqua. La crisi idrica a Rovereto è stata causata da un mancato controllo e la presenza di poca acqua ha causato lo svuotamento della vasca ma mi chiedo chi abbia autorizzato il prelievo da parte di Novi: non si doveva dare l’acqua di Gavi ad altri”.

CONDIVIDI
Articolo precedenteLa Banda Brisca a Capanne, a Voltaggio la Notte bianca, farinata con le stelle a Carrosio e fuochi a Bosio.
Articolo successivoFerragosto in Val Borbera. Tutti gli appuntamenti nel giorno di N.S. dell’Assunta