Lunedì nei cantieri del Terzo valico dei Giovi non si lavorerà per protestare contro la morte di Egidio Martino, l’operaio morto stamattina, sabato 8 dicembre, all’ospedale Cesare Arrigo di Alessandria in seguito alle ferite riportate ieri cadendo da un’altezza di sei metri nella galleria di Voltaggio. “L’ennesimo morto sul lavoro, – sottolineano i sindacati Feneal UIL, Filca CISL e Fillea CGIL provinciali di Alessandria e Genova, come ormai tutti i giorni in tutta Italia. Sta diventando una consuetudine inaccettabile”.

Le organizzazioni sindacali del settore Edile della provincia di Alessandria e Genova, porgendo le più sentite condoglianze alla famiglia del lavoratore, piangono un’altra vittima del lavoro non riuscendo a capire “come di lavoro, nel 2018, si possa ancora morire”. Lo sciopero si svolgerà dalle 6 di lunedì alle 6 di martedì per i turnisti e, per i giornalieri, per l’intera giornata di lunedì. Nello stesso giorno i sindacati organizzeranno presidi davanti alle prefetture di Genova e Alessandria. “Nei prossimi giorni – spiegano i sindacalisti – metteremo in campo quanto necessario per riportare la sicurezza del lavoro e dei lavoratori al centro dell’attenzione e per non dover piangere altri morti

CONDIVIDI
Articolo precedenteMercatino di Natale al tartufo e concerto per Vela
Articolo successivoAspettando Natale al mercatino in riva all’Orba