Serravalle Scrivia: la Festa delle Donne in compagnia di Sharazade

Lo spettacolo delle “Mille e una notte”, con Ombretta Zaglio, andrà in scena l’8 marzo. Sabato 12 marzo inaugurazione della 4° panchina rossa.

0
637

In occasione della Festa delle Donne, la Consulta per le pari Opportunità” in collaborazione con la Biblioteca e il Comune di Serravalle Scrivia, propongono “Sharazade racconta”: lettura teatralizzata tratta dalle 1000 e una notte con Ombretta Zaglio. Lo spettacolo andrà in scena martedì 8 marzo, alle 21.00, nella Biblioteca “Roberto Allegri” di Serravalle Scrivia.

Durante tutta la giornata dell’8 marzo la Biblioteca metterà a disposizione un testo delle “Mille e una notte”, invitando le donne a leggerne un brano in preparazione allo spettacolo serale. Nella Sala Bambini della Biblioteca, da sempre dedicata alle fiabe, sarà inoltre possibile ascoltare dal mattino alla sera una registrazione di questa antica e affascinante raccolta di racconti del mondo arabo e persiano.

Eccola, dunque, Sharazade: un po’ intimorita, ma determinata a salvarsi la vita e a rompere quella catena di odio e di rancore che stava strozzando le donne di tutto il regno. Comincia a raccontare e, raccontando, incanta, stupisce, ammalia, conforta, accudisce. Ma soprattutto sveglia dal torpore il Sultano, che vive addormentato all’ombra della sua accecante rabbia verso il genere femminile. Usa parole forti, dure, ma capaci di arrivare sotto pelle, di entrare là dove la dolcezza da sola non potrebbe. Di penetrare in un cuore indurito e di aprirlo, spaccarlo, scioglierlo. Non sono storielle vuote e frivole quelle che racconta, sono storie profonde, ma leggere al tempo stesso. Storie di vita. Sharazade racconta la vita così come si presenta ogni giorno, senza i fronzoli del buonismo o del formalismo.

Daniela Zino, consigliera con delega alla cultura, alle pari opportunità e membro della Consulta dice: “Preferisco riferirmi all’8 marzo come “Giornata della Donna” e non “Festa della Donna”, una ricorrenza ormai svuotata di significato, vittima di una sorprendente superficialità. Anche il mazzolino di mimosa, che originariamente aveva un altro significato, oggi è stato fagocitato dal dilagante consumismo.

La scelta di Sharazade, interpretata da Ombretta Zaglio, ci fa scoprire il lato femminile del mondo islamico e ci restituisce l’immagine di una donna estremamente forte, dotata di grande coraggio e saggezza”.

Un altro appuntamento fortemente simbolico e in programma per sabato 12 marzo in Piazza Guareschi, qui alle 11 le donne inaugureranno la 4^ Panchina Rossa, presente in paese, simbolo del rifiuto della violenza nei confronti delle donne.

In ottemperanza alle normative vigenti, per assistere allo spettacolo, sarà necessario avere green pass rafforzato e mascherina FFP2.

 Per info: 0143/634166–633627 – [email protected]