Voltaggio. Un grave atto di vandalismo nella notte. Vittime due turisti spagnoli.

0
805

Un atto di vandalismo avvenuto nella notte a Voltaggio che non trova una spiegazione logica, se non che a commetterlo siano stati dei poveracci decerebrati senza scopi nella vita. A spiegare quanto è accaduto è il sindaco di questo affascinante paese dottor Giuseppe Benasso che, sconsolato ha presentato lui stesso denuncia presso la locale stazione dei carabinieri.

Il sindaco Giuseppe Benasso

 “Questa notte, nel locale Ostello di via C. Anfosso 1, avevano pernottato due motociclisti spagnoli che, questa mattina, dopo aver salutato e ringraziato per l’accoglienza, si sono accomiatati, ma per far ritorno nella struttura subito dopo, denunciando che avevano appena trovato la loro moto manomessa, i bauletti scassinati, gli oggetti in essi contenuti sparsi sui tetti delle vetture circostanti (tutti mezzi parcheggiati nello spiazzo antistante, piazza Girolamo De Ferrari, comunemente nota come Sant’Antonio), al loro posto, nei bauletti, rifiuti organici e sulla sella un sacchetto di deiezioni canine. Lo stato d’animo dei due turisti spagnoli era ovviamente cambiato: contrariati e arrabbiatissimi, hanno affermato di aver già cancellato Voltaggio dai loro possibili itinerari italiani (è immaginabile la pubblicità negativa quanto meno presso turisti loro connazionali). Tale era il loro impulso a lasciare Voltaggio, che hanno rinunciato anche a recarsi a sporgere denuncia presso la locale Stazione C.C..

Non spetta all’Amministrazione Comunale andare alla ricerca dei moventi dell’atto e dei suoi esecutori materiali, ma l’avvilimento è profondo. Non ricordiamo atti del genere in Voltaggio, né a danno di mezzi con targa italiana né con targa straniera, ma il reato di vandalismo nei confronti di una motocicletta straniera avrà sicuramente un impatto mediatico sui social turistici che farà certamente sfigurare Voltaggio anche a livello internazionale. Ha poco senso, allora, prodigarsi per dare di Voltaggio un’immagine di paese ospitale posizionando cartelli in più lingue, installare cartelli per i cicloturisti, favorire la ricettività turistica anche con la riapertura dell’Ostello, se poi sul territorio sono presenti soggetti che se la prendono con i turisti stranieri”.

Il sindaco chiede scusa pubblicamente ai due turisti, anche a nome della Comunità Voltaggina. Intanto l’auspicio è che le Forze dell’ordine possano risalire agli esecutori materiali del reato.