Novi Ligure nel Giorno del Ricordo.

In Biblioteca la mostra “L’Istria, L’Italia, il mondo. Storia di un esodo: Istriani, Fiumani, Dalmati a Torino”

0
161

La Repubblica italiana ha scelto il 10 febbraio per celebrare il Giorno del Ricordo, in memoria delle vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale.

Alle celebrazioni partecipa come di consueto il Comune di Novi Ligure in collaborazione con l’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia.

La cerimonia di commemorazione si svolgerà nel giorno canonico, domani, sabato 10 febbraio. L’appuntamento è in piazza Pascoli, davanti la stele in memoria delle vittime delle foibe alle 10.

Sarà invece inaugurata questa mattina, venerdì 9 febbraio alle 11.15, nei locali della Biblioteca Civica di via Marconi 66, la mostra “L’Istria, L’Italia, il mondo. Storia di un esodo: “Istriani, Fiumani, Dalmati a Torino”. Attraverso l’utilizzo di 16 pannelli espositivi saranno toccati i temi della partenza dalla terra d’origine, dell’arrivo e dell’accoglienza, prima in Italia e poi a Torino, della vita nei campi profughi. Una traiettoria che tocca in modo significativo anche il nostro territorio, con la Caserma “Passalacqua” di Tortona e le “casermette” di Alessandria.

Un viaggio che dà voce alla storia di un’intera comunità che, con il tempo, è riuscita a integrarsi nella realtà sociale e urbana cittadina fino a diventarne parte integrante, pur mantenendo vivo il significato delle proprie origini.

L’esposizione, a cura di Enrico Miletto, è stata realizzata grazie al progetto scientifico dell’Istituto piemontese per la storia della Resistenza e della società contemporanea “Giorgio Agosti” in collaborazione con L’Associazione Nazionale Venezia Giulia Dalmazia.

L’inaugurazione, che sarà preceduta da un intervento introduttivo di Mauro Bonelli (ricercatore Isral), è aperta alla cittadinanza e vedrà la partecipazione degli istituti scolastici cittadini.