tortona municipio
Il municipio di Tortona

Finalmente riparte l’iter per il nuovo piano regolatore: la conferenza di coprogettazione è stata convocata per il 6 febbraio. La nuova amministrazione la scorsa estate aveva sospeso la procedura per esaminare la documentazione. Se n’è parlato lunedì 18 novembre nella riunione della Commissione Urbanistica, presieduta da Pierpaolo Cortesi.

A inizio seduta è stato fatto il punto sulle colonie feline ascoltando anche gli interventi di alcune volontarie del gattile municipale in frazione Passalacqua. E’ stato rilevato l’aumento dei “randagi” in città e la necessità di studiare un sistema di recupero, magari inserendolo nella stessa convenzione che regola l’accalappiamento cani. E’ stata anche segnalata l’assenza di nuovi volontari che rende complessa la gestione della struttura del gattile.

Dopo l’esame di due pratiche di urbanistica che saranno oggetto di votazione nel prossimo Consiglio comunale, si è parlato delle tariffe per gli oneri di urbanizzazione che nel 2020 resteranno invariate rispetto all’anno in corso.

Più significativo il passaggio sull’iter per il nuovo piano regolatore generale già al centro di una interrogazione del consigliere di minoranza ed ex sindaco Gianluca Bardone nell’ultimo Consiglio comunale: l’assessore Fabio Morreale ha confermato l’intenzione di riprendere il percorso iniziato dalla precedente amministrazione e sospeso la scorsa estate per consentire alla nuova Giunta di comprendere meglio lo stato dell’arte ed i possibili interventi di modifica, se ritenuti necessari, rispetto al piano proposto.

La novità illustrata in Commissione ha riguardato la ripresa dell’iter con la convocazione di una nuova conferenza di copianificazione (inizialmente prevista per lo scorso mese di agosto, ma sospesa su richiesta della nuova amministrazione). La riunione con tutti gli enti interessati si terrà il 6 febbraio 2020: nel frattempo gli uffici avranno modo di esaminare le 58 osservazioni giunte dai privati. E’ stato stimato un tempo di due anni per l’approvazione definitiva e l’entrata in vigore.

Poi, si è parlato della raccolta differenziata dei rifiuti: come noto il Comune ha ottenuto una proroga al 1° aprile per l’ingresso nel nuovo metodo che nel frattempo, la società Gestione Ambiente sta rimodulando in base alle indicazione dell’Amministrazione, cassando il sistema “Porta a porta spinto” inizialmente previsto. Al momento è stata messa a punto la parte che riguarderà le utenze non domestiche, industriali e artigianali che saranno presentate alle associazioni di categoria in un incontro previsto a fine mese e che potrebbe già essere introdotto con l’inizio del nuovo anno.
Per gennaio sarà anche presentato il sistema che sarà adottato per le utenze domestiche che sarà un sistema misto “tarato” sulle diverse esigenze di quartieri e frazioni. Sempre a gennaio partirà una campagna informativa (a cura di Gestione Ambiente) per illustrare nel dettaglio alla cittadinanza cosa cambierà rispetto all’attuale sistema di raccolta.
CONDIVIDI
Articolo precedentePresente e futuro dell’ospedale: se n’è parlato all’assemblea del Cisa
Articolo successivoAl via domenica 24 novembre la rassegna di Teatro di figura “Assoli”