Voltaggio: apre al pubblico la casa-studio di Pier Luigi Gualco

Da sabato fino a settembre si potrà visitare il luogo dove il pittore, scomparso un anno fa, dipingeva le sue opere. Domenica taglio del nastro per la mostra con i suoi presepi

0
299

Resterà aperta da sabato 14 luglio fino al 2 settembre, a Voltaggio, la casa-studio del pittore Pier Luigi Gualco, scomparso un anno fa a 81 anni. La famiglia ha voluto rispettare la sua volontà di aprire ai cittadini il luogo dove progettava e dipingeva le sue tante opere. “Abbiamo voluto mostrare – dice il figlio, Roberto Gualco – gli aspetti della sua opera pittorica iniziata nei primi anni Settanta, utilizzando gli spazi dello studio che fu da sempre luogo di ispirazione per l’artista e dell’attigua abitazione, dove ha vissuto con la moglie Olga. La visita alla casa-studio consentirà di ripercorrere le tracce del suo universo umano e creativo.

A un anno dalla scomparsa, l’iniziativa rappresenta anche una sorta di ringraziamento e saluto postumo a Voltaggio, paese che ha tanto ammirato e amato”. Gualco aveva cominciato a dipingere intorno ai quarant’anni e, oltre all’attività pittorica, era sempre stato un vulcano di idee e iniziative culturali. Le visite sono previste tutti i giorni dalle 16 alle 19.

Domenica, invece, nell’archivio Artisti contemporanei “Il Castello”, in via Anfosso 36, si potrà ammirare “I presepi in mostra”, con le ricostruzioni della natività realizzate negli anni dallo stesso Gualco. L’inaugurazione sarà alle 10. Visite fino al 2 settembre il sabato e la domenica dalle 16 alle 19. (Per informazioni: 339-1144446)