A Gavi finanziati dal Ministero 4 milioni di euro per il versante del Forte

Finanziati interventi anche a Rocca Grimalda, Garbagna e Acqui Terme

0
130

Considerati gli eventi catastrofici sul territorio nazionale degli ultimi tempi, dovuti sia all’incuria, sia ai cambiamenti climatici, si è reso necessario, verrebbe da dire finalmente, finanziare interventi per la messa in sicurezza dei territori anziché intervenire in fase emergenziale, quando il danno è fatto e la spesa pubblica per rimediare ai disastri arriva a cifre esorbitanti.

La frana che ha investito la chiesa dei Turchini e alcune case

Per la riduzione del rischio idrogeologico, anche nel Basso Piemonte, Regione e Ministero dell’Ambiente hanno finanziato alcuni interventi.

Il più consistente, che ammonta a 4.015.000 euro, riguarda Gavi dove si provvederà alla sistemazione dei principali dissesti dei versanti esistenti tra il Forte e l’abitato.

A Rocca Grimalda sono stati assegnati 975.000 euro per il consolidamento del paese.

Il terzo finanziamento è di 538.000 euro e riguarda il secondo lotto della riduzione del rischio idrogeologico lungo i torrenti di Garbagna.

Il decreto comprende anche risorse necessarie per integrare gli extra costi, dovuti all’aumento del prezzo delle materie prime, di interventi già finanziati in precedenza ad Aqui Terme per le arginature sul fiume Bormida dove si aggiungono 422.000 euro ai 328.000 già disponibili.