A San Cristoforo la “Rassegna Settimane Musicali Internazionali”. Ospite il violinista Ivos Margoni

0
240

Dopo il successo della prima serata a Silvano d’Orba con il recital pianistico di Gianluca Faragli,  domenica 14 luglio alle 21, sarà la sala del Torchio del Parco del Castello a San Cristoforo ad ospitare  il secondo appuntamento della Rassegna Settimane Musicali Internazionali 2019 con il violino di Ivos Margoni, un giovane violinista romano di appena vent’anni che però al suo attivo ha un curriculum da vero professionista. La rassegna è organizzata dall’Associazione Musica&Cultura Pentagramma in collaborazione con l’Associazione Oltregiogo, con appoggio di diversi sponsor locali, gode, come gli anni scorsi, del patrocinio dei Comuni ospitanti, del Lions Club Gavi e Colline del Gavi e della Lilt sezione di Novi Ligure a cui è destinato il ricavato degli ingressi a offerta ai concerti per progetti in ambito oncologico della provincia di Alessandria.

Non è usuale poter ascoltare il violino solo, – spiega Gianluca Faragli – Ivos Margoni, con abile virtuosismo, saprà coinvolgere il pubblico con musiche che spaziano da Bach e, attraverso Paganini, il virtuoso del violino, arriverà a Penderecki, compositore polacco contemporaneo”.

Il giovane violinista a soli sei anni ha iniziato lo studio del violino e attualmente studia con Marco Fiorentini e con Salvatore Accardo all’Accademia di Cremona. Ha frequentato le masterclass di Mariana Sirbu e Sergey Girshenko e, nel 2017 e nel 2018, il corso di Alto perfezionamento di Salvatore Accardo, considerato uno dei maggiori violinisti contemporanei a livello internazionale, presso l’Accademia Chigiana di Siena dove ha ottenuto il Diploma di Merito.

Ha suonato in importanti istituzioni italiane e in vari paesi europei: Svizzera, Germania, Francia e Scozia, in particolare ha suonato per il Festival Pontino del 2016 con l’Orchestra di Latina il Concerto di Bruch in qualità di solista presso il Teatro Moderno di Latina.
Ha eseguito il Quintetto di Brahms op.34 con Marco Fiorentini, Mikhail Zemtsov, Sanja Repše e Kostanti Bogino per “Opera Estate Festival Veneto”.
Si è esibito in qualità di solista con l’orchestra nei Concerti di Bruch (2016), con l’orchestra di Latina, e nel n.5 di Mozart con l’Orchestra di Roma Tre Orchestra (2017).
Inoltre, per “Omaggio a Cremona”, al Teatro Ponchielli di Cremona, ha eseguito la Sonata a 4 n. 1 di Rossini e il Quintetto di Hermann Goetz op. 16 con i Maestri Franco Petracchi e Roberto Paruzzo.
Ha vinto numerosi concorsi nazionali ed internazionali e nell’autunno scorso ha vinto Il Premio Nazionale delle Arti (ex Premio Abbado) quale miglior violinista iscritto in un Conservatorio italiano.