A Serravalle Scrivia: “Siamo i ribelli. La Resistenza viene da lontano”.

Atto unico di Gianni Repetto. Sabato 23 aprile in Biblioteca

0
594

Siamo i ribelli. La Resistenza viene da lontano” è il titolo dello spettacolo proposto dall’assessorato alla Cultura del Comune di Serravalle Scrivia per celebrare il 77° anniversario della Liberazione.

Un atto unico di Gianni Repetto con le musiche di Paolo Murchio, Giuseppe Repetto, Niccolò Tambussa, si svolgerà sabato 23 aprile, alle 21.00, nella sala conferenze della Biblioteca comunale “Roberto Allegri”.

Lo spettacolo racconta con momenti di monologo, canzoni d’epoca e di lotta e dialogo tra l’attore protagonista e i musicisti, le drammatiche fasi del ventennio fascista che, dalla marcia su Roma, attraverso delitti e violenza porteranno alla catastrofe della seconda guerra mondiale. I ripetuti insuccessi e le centinaia di migliaia di caduti, mettono in crisi l’immagine da “uomo del destino” di Mussolini che viene sfiduciato dal suo stesso Gran Consiglio.

Poi arriva l’8 settembre del 1943 il re e il capo del governo, dopo essere fuggiti a Brindisi, comunicano via radio agli Italiani di aver firmato un armistizio con gli alleati. I Partigiani, in attesa che le truppe alleate risalgano la penisola, trascorrono venti mesi durissimi tra guerriglia e rappresaglie feroci, come ad esempio, alla Benedicta nella Pasqua del 1944 quando i nazifascisti dopo un imponente rastrellamento uccisero centinaia di ragazzi, e ne avviarono altri ai campi di concentramento.

Nell’aprile 1945 inizia l’insurrezione finale. Tra il 25 e il 30 aprile i partigiani conquistano i centri più importanti del Nord, mentre tedeschi e fascisti si arrendono o fuggono oltre confine. È la Liberazione, da cui nascerà nel 1946 la repubblica democratica italiana.

Lo spettacolo è a ingresso libero, fino a esaurimento dei posti disponibili. Come da normative vigenti per partecipare sarà necessario il possesso del green pass rafforzato e di mascherine FFP2.