“Arte”, l’opera che mette in discussione un’amicizia.

Sabato 13 aprile al Teatro Civico di Gavi.

0
133

L’amicizia sopravvive all’arte? Lo scopriremosabato 13 aprile, quando sul palco del Teatro Civico di Gavi, la compagnia “Asterlizze”,  rappresenterà “Arte”.

Scritta alla fine degli anni Ottanta da Yasmina Reza, “Arte” è una commedia brillante, ironica, raffinata. Tradotta in 30 lingue e portata sui pachi internazionali, raffigura uno spaccato di vita quotidiana di tre amici, che discutono animatamente a proposito di un quadro.

“Parigi, fine anni ottanta. Serge, facoltoso appassionato di arte contemporanea, acquista, per una cifra stratosferica, uno strano dipinto del maestro Antrios, di fatto una grossa tela bianca. Gli amici Yvan e Marc cercano di fargli capire che sulla tela non c’è nulla ma lui si ostina a vederci un quadro astratto fatto di linee cangianti (le trame della tela). La conversazione sul significato dell’arte metterà in discussione l’amicizia fra i tre, che addirittura scarabocchieranno la tela”.

Arte è un pretesto per mettere in scena le dinamiche psicologiche ed emotive della complessa natura umana in tema di amicizia virile, fatta anche di egoismi, falsità, doppiezze. Reza mette a fuoco la crudele verità che si nasconde dietro i rapporti di amicizia, in una escalation vertiginosa di accuse e rimpalli.

Yasmina Reza è una drammaturga, scrittrice, attrice e sceneggiatrice francese le cui opere teatrali sono state adattate e rappresentate in molti paesi ricevendo premi e riconoscimenti. La commedia Arte è premiata con il Molière per il miglior autore. La produzione britannica, rappresentata al West End, riceve nel 1997 il Premio Laurence Olivier e l’Evening Standard Award come miglior commedia, mentre la produzione americana, rappresentata a Broadway, riceve nel1998 il Tony Award per il miglior spettacolo. L’opera ha avuto anche diversi adattamenti televisivi. Reza è anche l’autrice di Carnage, famoso per la versione cinematografica di Roman Polanski.

Questa nuova traduzione è di Luca Scarlini. In scena Mauro Bernardi, Elio D’Alessandro, Christian la Rosa. La regia è di Alba Maria Porto. Scene e costumi Lucia Giorgio, musiche originali Elio D’Alessandro, progetto video Indyca. un progetto di Alba Maria Porto, Claretta Caroppo, Annalisa Greco.

La stagione teatrale 2023-24 del Teatro della Juta e del Teatro di Gavi è resa possibile grazie al bando CortoCircuito di Piemonte dal Vivo, la collaborazione e il patrocinio dei Comuni di Arquata Scrivia e Gavi.

I biglietti per lo spettacolo sono in vendita al Giardino delle Idee, Via Libarna 132 Arquata Scrivia, e Libreria Aut, Via Mameli 9 Gavi. On line su Dyticket.it al link, https://www.diyticket.it/festivals/471/10-stagione-teatrale-2023-2024
Info:
345 0604219 Vincenzo Ventriglia – www.teatrodellajuta.it;
www.accademiadellajuta.it; mail: [email protected]