Il Covid cancella le celebrazioni del 4 Novembre nell’alessandrino

0
176

Solo poche città italiane potranno celebrare la ricorrenza del 4 novembre, “Giorno dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate” e Novi Ligure, non è tra queste, così come non lo è nessun comune dell’alessandrino.  Lo si evince dall’elenco delle città elaborato dal Ministero della Difesa, contenuto in una nota inviata dalla Prefettura di Alessandria in relazione ai provvedimenti restrittivi connessi all’emergenza sanitaria in atto.

Il Ministero della Difesa, nel sottolinearne l’elevato significato storico della ricorrenza,  il 4 novembre 1918, terminava la Prima Guerra Mondiale, ha infatti reso noto l’intendimento di ridurre sensibilmente le relative iniziative commemorative, circoscrivendone lo svolgimento a un limitato numero di città italiane e contenendone le modalità celebrative.

L’informativa è stata resa nota alle Associazioni Combattentistiche e d’Arma cittadine. Il Sindaco, Gian Paolo Cabella, renderà omaggio ai Defunti e ai Caduti di tutte le Guerre in forma statica e ristretta nella giornata di domenica 1° novembre: alle ore 10 sarà presente al cimitero della Merella e alle ore 15,30 parteciperà alla Santa Messa (non aperta al pubblico) che verrà celebrata nella chiesa del cimitero urbano.