La Madonna della Guardia protegge i produttori del Gavi Docg 

L'Arci­vescovo di Genova celebrerà la "Messa di Affidamento", a suggello del legame tra uomo, spirito e territorio che caratterizza la comunità gaviese.

0
890
Il santuario della Madonna della Guardia di Gavi
Il santuario della Madonna della Guardia di Gavi

Sarà l’Arcivescovo di Genova Monsignor Tasca ad officiare la celebrazione speciale durante la quale i  produttori del Gavi Docg saranno “affidati” alla Madonna della Guardia.

La cerimonia, si svolgerà domenica 3 aprile alle 17,30 nel Santuario di Gavi dedicato alla  Madonna della Guardia. L’edificio eretto a metà Ottocento,  è un ex voto di Giacomo Bertelli, un abitante di Gavi che, promise alla Madonna che avrebbe costruito una cappella in suo onore, se avesse avuto salve la vita e la casa dalle bombe lanciate sul paese dall’esercito Austro-Sardo. Così è stato e, oggi, questo bellissimo tempio a croce greca avvolge con lo sguardo le colline e i vigneti della denominazione.

L’iniziativa  è stata voluta dal Consorzio Tutela del Gavi e resa possibile dalla collaborazione del Presidente Maurizio Montobbio con il rettore del santua­rio Padre Bartocci, l’assessore co­munale Mario Compareti e, naturalmente, l’Arcivescovato di Genova con Monsignor Tasca.

Madonna dela Guardia TorrtonaAlla cerimonia, saranno presenti i Sindaci e i produttori della denominazione del Gavi Docg. Un atto religioso e sociale al tempo stesso che chiama a raccolta la comunità del Gavi e non solo; una comunità già devota alla Madonna della Guardia che ogni anno, il 29 agosto, viene celebrata con un pellegrinaggio molto partecipato.

La celebrazione della Messa da parte dell’Arcivescovo di Genova testimonia inoltre il legame tra il territorio del Gavi e la vicina Liguria, molto affini per carattere e tradizioni; tanto è vero che la zona del Gavi, anche nelle sue espressioni enogastronomiche, viene spesso definita “il Piemonte che sa di mare”.