Ovada il saldo naturale della popolazione è negativo

Erano tanti i piloti e gli amici, che ieri pomeriggio nella chiesa dell’Assunta sono arrivati a gruppi da vari campi di volo della provincia per l’ultimo saluto a Francesco Scuderi, 59 anni, morto domenica pomeriggio alla guida del suo aereo ultraleggero, partito daSezzadio e precipitato per cause in via di accertamento a Quargnento.

Per l’addio hanno scelto i colori del sole, qualcuno ha portato uno spicchio di cielo, indossando gli spolverini azzurri di volo. Amici ed ex colleghi si sono uniti alla preghiera del parroco don Giorgio Santi, del gruppo parrocchiale e delle molteplici associazioni di volontariato di cui Scuderi era parte attiva: “Francesco vola più in alto per noi”. Ricordando il suo esempio, la famiglia, ha disposto “Non fiori ma offerte per la Caritas”.

Dopo la cerimonia la salma è stata tumulata nel cimitero di Cassinelle.

CONDIVIDI
Articolo precedenteStorie del vino, ultimo brindisi
Articolo successivoAlla pieve di Viguzzolo si parla di come funziona l’informazione