Nell’inferno di acqua e fango si è conclusa la corsa dell’autista di Sale

    0
    1653

    Si chiamava Fabrizio Torre, aveva 52 anni, abitava a Sale e faceva l’autista. Ieri sera, nei pressi di Castelletto d’Orba, l’impeto del torrente Albedosa, gonfiato dalla pioggia caduta incessantemente per ore e ore, ha fatto crollare un ponte e, secondo una prima ricostruzione dell’accaduto, l’auto è precipitata nell’acqua.

    La vita di  Fabrizio Torre si è spenta in quell’inferno di acqua e fango mentre, alla guida dell’auto, accompagnava un turista straniero in un noto resort della zona. Il corpo di Fabrizio Torre è stato trascinato e ritrovato poco lontano dal luogo della tragedia, si è salvato il passeggero, un uomo d’affari di nazionalità inglese, che è riuscito ad aggrapparsi a un ramo sporgente. L’uomo è stato soccorso e trasportato all’ospedale.

    Anche le due persone disperse nei pressi di Mornese sono state ritrovate illese e, son state accompagnate dai sanitari del 118 al pronto soccorso per gli accertamenti di rito.

    All’indomani delle forti piogge, si registrano frane e smottamenti in tutta la provincia. Per precauzione, centotrenta persone sono state fatte evacuare dalle loro case: ottanta a Castelletto d’Orba, quaranta a Gavi, dieci a Casalnoceto.  Enel comunica che, risultano tutt’ora senza energia elettrica 1.600 forniture in diversi Comuni Novi Ligure, Bosco Marengo, Gavi, Casal Cermelli, Villavernia, Frugarolo, Parodi, Bosio, Carezzano, Monleale e Tassarolo. In corso gli interventi di ripristino. Attualmente oltre quattrocento volontari della Protezione civile sono impegnati sul territorio, . oltre ai gruppi e alle associazioni locali attivati dai sindaci.

    Purtroppo l’emergenza maltempo non è finita, dopo la breve tregua odierna, le previsione dicono che da domani sera sono in arrivo altre piogge che si protrarranno per tutto giovedì.