Tortona, cosa non si fa per amore…

I carabinieri hanno scovato la “lanciatrice” di sassi

0
2026
carabinieri 5 maggio 2017

L’amore per i gatti randagi dei quali si prendeva cura, ha rischiato di trasformare un’innocua “gattara” in un’assassina. La donna, una tortonese di 56 anni, per tentare di far moderare la velocità ai veicoli in zona Castello, ha escogitato un piano che secondo lei avrebbe indotto alla cautela chiunque transitasse nei dintorni, proteggendo così la vita dei suoi “amici pelosi”. Memore di fatti accaduti qualche anno fa, quando a causa di lanci di sassi dai cavalcavia  erano state colpite auto in corsa, provocando anche morti, la donna ha pensato di creare il panico disseminando sassi e frammenti di mattoni, lungo una strada cittadina. La vicenda ha scatenato un tam tam mediatico, sia sui giornali locali, sia sui social, i carabinieri di Tortona dal canto loro, hanno predisposto servizi di osservazione e controllo nella zona.

Secondo i carabinieri, che hanno risolto il caso,  la donna ha posizionato i sassi e i mattoni,  ma non li ha lanciati; infatti,  la sera del 13 agosto, l’operazione stava per essere messa in atto, ma questa volta, i militari erano presenti, mentre la donna stava mettendo al centro delle due corsie di marcia di via Milite Ignoto alcuni  sassi, subito dopo aver distribuito porzioni di cibo alla colonia felina.

La 56 enne è stata fermata dai militari, mentre stava salendo a bordo della sua Fiat Panda, dopo l’identificazione la donna è stata denunciata.