Serravalle ricorda Andrea Chavez

Venerdì 7 settembre, nella Biblioteca di Serravalle Scrivia la “maratone infernale”

0
729

Difficile dimenticare Andrea. Era giovane, bello e soprattutto intelligente. Andrea Chavez non c’è più, ma di lui rimane nelle persone che hanno avuto il privilegio di conoscerlo un ricordo indelebile. Andrea, aveva vent’anni, amava Dante e la montagna, quella montagna che l’ha tradito…o forse no. Andrea cercava su quella montagna che gli ha preso la vita, quella pace che probabilmente ha trovato.

Venerdì 7 settembre, nella Biblioteca di Serravalle Scrivia, si svolgerà un’intera giornata dedicata ad Andrea e all’altra sua grande passione “La divina Commedia”.

Dalle 9 del mattino, fino a alle 7 di sera nella sala delle conferenze sarà proiettata la straordinaria performance di Andrea, che per oltre sei ore, nel maggio del 2015, in occasione della Fiera del Libro nella Biblioteca di Novi Ligure, mise alla prova la sua incredibile memoria “tra le dolenti  note” della maratone infernale. “Or incomincian le dolenti note a farmisi sentire; or son venuto là dove molto pianto mi percuote.”

Chi non ha assistito a quell’incredibile serata potrà emozionarsi nel corso questa imperdibile occasione.

Dalle ore 21, mamma Patrizia, papà Yonny e  il suo mentore Benito Ciarlo, ricorderanno Andrea attraverso racconti, e filmati. A fine serata ad Andrea sarà dedicata una targa all’interno della Biblioteca, un omaggio in ricordo del suo impegno alla divulgazione della Divina Commedia.

Ma non è tutto,  a Ravenna,  la città che custodisce le spoglie di Dante Alighieri, il 21 settembre prossimo, gli sarà conferito il Lauro Dantesco,  dedicato a coloro che con particolare e generoso impegno operano nel nome di Dante.

Il lauro viene consegnato nel corso della rassegna internazionale La Divina Commedia nel Mondo, dal  Centro Relazioni Culturali del Comune di Ravenna, istituzione che vanta una prestigiosa tradizione quarantennale di divulgazione letteraria.